viernes, 14 de marzo de 2014

Ancora notizie da questo mondo

Antonio Avigliano:
Papa Francesco...ma lo senti questo che dice? Gesù in tutto questo che c'entra? Questa è istigazione al bene nel nome di Gesù! E il libero arbitrio di ognuno dove è andato a finire? Le mogli debbono farlo ogni volta che il marito lo richiede... altrimenti fanno peccato.

http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11568848/L-arcivescovo-di-Granada--.html
L'arcivescovo di Granada: "Il sesso orale non è peccato se pensate a Gesù"


Filippo:
-E sarebbero questi gli "individui" che dovrebbero portare gli insegnamenti di Gesù tra la società,ai bambini, ai giovani!?
Con queste "idee" nel cervello, nell'anima, nello spirito!?
Beh...RIFLETTETE...e ATTENZIONE!

Il sesso, sempre il sesso!
In ogni atto della vostra esistenza prevale sempre la dinamica del sesso come l’unico scopo
della vostra vita.
L’erotismo convulso è il vostro pane quotidiano e notiamo che voi terrestri non riuscite a pensare ad altro se non a stimolare, con ogni mezzo, la frenetica corsa verso le basse frequenze abitudinarie della sessuologia.
La libidine è sempre la risultante di ogni simpatia, di ogni incontro tra due sessi opposti. Non sapete dare nulla allo spirito; solo alla materia concedete il massimo conforto. Questo è un grande male! Molti nobili sentimenti si logorano nell’orgasmo dell’eccessivo possesso, nell’eccitazione superflua e fluttuante del desiderio carnale. Il disquilibrio prevale e il dinamismo
spirituale diviene seriamente compromesso.
È vero che la pratica del sesso è necessaria, ma è vero altresì che l’eccesso è deleterio per un sano equilibrio psico-fisico-spirituale.
Questo è bene che lo sappiate.
Pace.
Adoniesis
Tramite Eugenio Siragusa

“SE VOLETE CHE L’AMORE VIVA, ABBIATE L’ACCORTEZZA DI NUTRIRLO
PIÙ SPIRITUALMENTE CHE MATERIALMENTE”
L’amore muore senza l’indispensabile linfa dei valori spirituali.
Moltissime unioni falliscono, perché il nobile sentimento dell’amore viene inesorabilmente soffocato dal possessivismo materiale e dall’ipertrofica violenza della libidine ossessiva.
L’amore è come un delicatissimo fiore, sensibilissimo nella sua natura e bisognoso di essere
desiderato con genuino sentimento e con spirituale felicità prima del totale abbandono
all’amplesso che, badate bene, non dovrà mai essere slegato dall’armonia materia-spirito.
Ricordate bene: l’amore non deve essere posseduto. È l’amore che deve possedere.
Quando coercite l’amore lo uccidete.
Il valore dell’amore è grande se esso è nutrito dallo spirito, alimentato dalla sua delicata e sensibile passione. Senza queste indispensabili predisposizioni si ottiene solo l’amore effimero
e transitorio della materia e dei suoi orgasmi; la luce che corrobora la reale felicità è assente e la delusione sconfortante.
È quindi necessario che l’amante dell’amore sia lo spirito, perché è vero che nella sua universale libertà si offre non per essere posseduto, ma per possedere e compiersi attraverso la legge che nella sua eterna immutabilità lo rende libero e lo trasfigura in mille guise e in mille modi.
La patria del vero amore è il cosmo. Il vero amore non ubbidisce alle vostre leggi, ma alle Leggi del Grande ed Eterno Amore Creativo.
Dovete imparare ad amare dando all’amore il solo modo perché esso possa sopravvivere:  libertà nella sua legge.
Pace.
Woodok
Tramite Eugenio Siragusa
-Vogliono creare come sulla Tera: un "mercato"...!?

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-8db41b3b-3139-49f2-875b-a1d797c9f082-tgr.html?refresh_ce#p=0
TGR LEONARDO DEL 13/03/2014 "Giù le mani da Marte" Dal min:03,50

-La follia umana, deleteria in ogni suo aspetto, corre senza freno fino ad immaginarsi di trarre in inganno con quello che non si possiede, figuriamoci dentro altre realtà, lontane e al sicuro da ogni forma di "possessione" e con un dinamismo di vita totalmente diverso!

La stanza che abitate non è di vostra proprietà
Dal Cielo alla Terra.
Siete cinicamente orgogliosi, testardi, presuntuosi, violenti e ignoranti. Siete, principalmente, coltivatori di istinti criminali con accesi desideri anomali, distruttivi, disarmonizzanti, antiesistenziali e corruttori dei più elementari diritti delle Dignità dell'Intelligenza. Vi arrogate dei privilegi che non possedete, dei diritti che manipolate per fini abietti, deleteri, dolorosi e carichi di affanni. Ma ricordate bene: "La stanza che abitate non è di vostra proprietà". La vostra ostinata perversità nel rendere logora e inospitale la Terra su cui è stata edificata la culla della Vita e del suo Divenire Evolutivo, attira su di voi, codardi e imbelli, un Severo Giudizio. Sappiamo benissimo quanto sia difficile porvi in Ravvedimento con l'Amore, ma sappiamo altresì che se non potrà riuscire l'Amore, riuscirà la Giustizia, la Giustizia di cui sono Portatori ed Esecutori i Figli della Luce, i Seminatori dello Spirito, gli Artefici dell'Intelligenza, gli Strumenti della Forza Creante Cosmica.
Dal Cielo alla Terra 
20 Maggio 1980 ore 17,00
Euenio Siragusa   

Comunicato dello scienziato extraterrestre Woodok:
Perché secondo voi terrestri la vita sul Pianeta che chiamate Marte dovrebbe essere necessariamente come la vostra? L'Intelligenza, o lo Spirito che ha sperimentato i valori tridimensionali, servendosi dello strumento densamente fisico, può non avere più bisogno dell'abitacolo materiale in un Pianeta che ha raggiunto un piano Evolutivo Cosmico più avanzato della Terra. La materia Sublimata e resa in gran parte dinamica potrebbe essere lo Strumento dell'Intelligenza, o Spirito, ed espletare attività totalmente diverse da quelle che voi terrestri espletate. La loro natura può non essere visibile, ma non per questo non esistere. Voi terrestri siete in grado di vedere tutto ciò che il vostro potere visivo vi permette, o di udire quanto le vostre facoltà uditive vi concedono. Sul Pianeta che la vostra scienza sonda con mezzi allineati alle umane facoltà, può esserci un movimento di vita intensa da voi non percepibile. Un giorno non lontano vi renderete conto di ciò e allora sarete costretti a ricredervi.
Pace.
Woodok
Dal Cielo alla Terra
Valverde, 5 Settembre 1976


                                                                                                                        Abbraccio tutti

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada