viernes, 27 de abril de 2012

Me preguntan por Miryam, la Virgen, la Celeste Madre Maria


Una querida amiga fraterna, estudiosa de nuestra temática, me pregunta después de haber leído la nota que recuerda a la ...Virgencita de Borrello (ct)

..."Yo quiero entender---por favor hablame de Miriam y quién piensas tú que es. Quizás un símbolo de Dios Madre?...O bien una Mensajera de la Fraternidad? Existe sobre el planeta alguien que porte el mensaje que proviene de las estrellas?..."


-La Celeste Madre Maria representa la parte más pura, la parte más bella de la creación...
En efecto, no por casualidad es MUJER... ella es la parte creativa de la esencia Cósmica... y es también identificada como la parte MUJER de DIOS. En efecto, incluso el primero en hacer pública una declaración similar fue EUGENIO, hoy las personas más influyentes en el ámbito teológico y espiritual de todas las corrientes del mundo, dicen que Dios es Padre y Madre. Como por ejemplo y no debemos escandalizarnos si pensamos, que ELLA es también identificada como la Diosa madre, una Madre justa y generosa dispensadora de cada bien. La tierra.

Eugenio se expresa sobre Su naturaleza espiritual…y le preguntan:
..."Nos puedes hablar sobre la naturaleza espiritual de la Virgen”...?
- Has hablado de mujer. La mujer más bella del Sistema Solar es precisamente la Virgen. La mujer más bella, más valiosa, más amable, más luminosa... tiene una naturaleza cuatridimensional, porque el cuerpo se lo ha llevado consigo, no lo ha dejado en la tierra, también Jesús se lo ha llevado consigo. Tienen la posibilidad de regenerarlo por la eternidad, hasta cuando pasen de la  cuarta a la quinta dimensión, de la quinta a la sexta y luego a la séptima dimensión hasta cuándo serán los Dioses del Cosmos.

Eugenio continúa:
-En Garabandal (España) la vidente Conchita Gonzales pregunta a la Virgen:
 "Virgencita, que cosa son aquellos globos que veíamos en el campo?...Y ELLA responde…”Es en aquel Globo que he venido a encontraros”.
-El mensaje de Garabandal es como aquel de Fátima y en todas las manifestaciones que ELLA viene y se hace ver, porque SU dimensión le permite utilizar estos medios.
 e in tutte le manifestazioni LEI proviene e si fa vedere, perché la SUA dimensione le consente di utilizzare questi mezzi. De estos Globos  podemos mostrar a cientos, en Medjiugorie, en todos los sitios donde ELLA y estos señores de la LUZ creen conveniente ir, volver, detenerse y tratar de dialogar con los hombres.

He hablado personalmente con Conchita Gonzales, y a la pregunta sobre qué es lo que vio me dijo exactamente lo que Eugenio dijo...



Eugenio  aún sobre la madre celeste Miryam ¿qué nos revela:
P) Me puedes explicar la historia de la foto del Consolador?
E) La foto me ha llegado del Tíbet, en una bolsa sin ningún escrito y sin nada. En el Tíbet existe un archivo secreto que ningún hombre conoce, es mirado a la vista por seres que son de calidad que los hombres no conocen ; conocen las huellas, pero no saben las cualidades psico-físicas que poseen.
P) Es la imagen o un aspecto de la imagen física del apóstol San Juan ?
E) Sí, es la imagen de como era cuando fue en Macedonia.
P) ¿por qué fotos similares hemos visto en escritos de otra gente, es la misma foto?
E) Jesús y Juan eran hermanos, pero hermanos verdaderos de alta dimensión, porque eran hermanos mutantes, hijos de una mujer Mutante que se llama MYRIAM, Espíritus gemelos. No por nada se ha dicho: “mujer , aquí esta tu hijo". Por qué?
P) ¿Hijos a nivel físico o a nivel espiritual? Porque, si no recuerdo mal, el apóstol San Juan...
E) Los Mutantes tienen el derecho de procrear en un modo distinto que nosotros.

http://www.solexmalidiomauniversale.blogspot.com.ar/2011/08/el-recuerdo-de-eugenio-de-la-asuncion.html

Ciertamente, en este punto qué cosa podemos deducir y luego hacer nuestro...!? Como Eugenio nos ha transmitido por sus Conocimientos Cósmicos, ¿qué nos ha invitado a sentir, si lo queremos,en profundidad de nuestro espíritu, si no el sentimiento de que la Madre Celeste es una Mensajera Universal de la Fraternidad Cósmica y que su Celeste y fraternal amor es un mensaje que proviene de las estrellas, que ha heredado, como dispone Cristo-Jesús, junto al discípulo predilecto Juan Evangelista, el destino de la humanidad.

Dios es también la Tierra. 
Dios es también la Tierra, esta generosa Madre, dispensadora de leche, de miel y de vida que queréis, a toda costa, sofocar, destruir. Perversos!!! Yo soy el hijo de Dios y mi madre la Tierra. No olvidéis Nunca!!
Nunca!! Nunca!!
Tengo en mis manos la potencia purificadora del fuego y os golpeará hasta que no hayáis bajado sus orejas como ovejas mansa y obedientemente a los deseos del Divino pastor de hombres. Abatirá vuestro orgullo y os hará cargar sobre vuestras espaldas el arduo peso de la Suprema Justicia de lo creado y del Creador. Desconcertará la Babilonia de vuestros tiempos y enterrará en la noche de los tiempos, el arte diabólico de vuestras perversas obras. La misericordia de Dios será transmutada en Ira Santa y nadie, nadie escarpará a su Infalible juicio. Preparaos hombres de la Tierra, porque es cierto que un nuevo Cielo se aproxima para quien herederará el Reino de Dios en la Tierra. Los grandes Ay! han comenzado.
Del Cielo a la Tierra
De la Tierra a todos los hombres
Nicolosi, 26 de Noviembre de 1976  23,10 hs
Eugenio Siragusa

Pronto en Mayo les hablaré del IV° Secreto de Fatima...

EL TESTIGO DEL ETERNO PRESENTE
filippo bongiovanni

jueves, 26 de abril de 2012

Mi chiedono di Miryam, la Madonna, la Celeste Madre Maria

Una cara amica fraterna, studiosa delle nostre tematiche, mi chiede dopo aver letto la nota che ci ricorda la
Madonnina di Borrello(ct)


..."Io vorrei capire ...per favore parlami di Miriam e chi pensi Tu sia. Forse un simbolo del Dio 
Madre?...oppure una Messaggera della Fratellanza? Esiste sul pianeta qualcuno che porti il 
Messaggio che proviene dalle Stelle?..."


-La Celeste Madre Maria rappresenta la parte più pura la parte più bella della 
creazione...Infatti  non per questo DONNA...Ella è la parte creativa dell'essenza Cosmica...E' 
anche identificata come la parte DONNA di Dio. Infatti, anche se per primo ha rendere 
pubblica una dichiarazione simile fu Eugenio, oggi le persone più autorevoli nel campo 
teologico e spirituale di tutte le correnti del mondo, affermano che Dio è Padre e Madre. Come 
per esempio e non dobbiamo scandalizzarci se pensiamo, che ELLA e anche identificata come la 
Dea Madre, Una Madre giusta e Generosa dispensatrice di ogni bene. LA TERRA. 


Eugenio si esprime sulla Sua natura spirituale...e gli chiedono:


..."Ci puoi Parlare sulla natura spirituale della Madonna"...?
- Hai parlato di donna. La donna più bella del Sistema Solare è proprio la Madonna. La donna più

bella, più preziosa, più amabile, più luminosa...Ha una natura quadridimensionale, perché il corpo se lo
è portato con sé, non lo ha lasciato sulla terra, anche Gesù se lo è portato con sé.
Hanno la possibilità di rigenerarlo per l'eternità, fino a quando non passeranno dalla quarta alla quinta dimensione, 
dalla quinta alla sesta e poi alla settima dimensione fino a quando saranno Dei del Cosmo.


Eugenio continua: 

-A Garabandal (Spagna) la veggente Conchita Gonzales domanda alla Madonna:
 "Madonnina, cosa sono quei globi che vediamo nel paese..? E ELLA rispose..." E in quel Globo che sono venuta a trovarvi".

-Il messaggio di Garabandal è come quello di Fatima e in tutte le manifestazioni LEI proviene e si fa vedere, perché la SUA dimensione le consente di utilizzare questi mezzi. Di questi Globi ve ne possiamo mostrare a centinaia, a Medjiugorie, dappertutto dove LEI e questi Signori della LUCE credono opportuno andare, tornare, fermarsi e cercare di colloquiare con gli uomini.


Ho parlato personalmente con Conchita Gonzales, e alla domanda cosa vide mi rispose esattamente quello che Eugenio disse...




Eugenio ancora sulla Madre celeste Miryam cosa ci svela:D)  Mi puoi spiegare la storia della foto del Consolatore ?
E)  Quella foto mi è arrivata del Tibet, in una busta senza nessuno scritto e senza niente.
Nel Tibet c'è un archivio segreto che nessun uomo conosce, è guardato a vista da Esseri che
hanno delle qualità che gli uomini non conoscono ; conoscono le impronte, ma non sanno le 
qualità psico-fisiche che hanno.
D)  E' l'immagine o un aspetto dell'immagine fisica dell'Apostolo Giovanni ?
E)  Sì, è l'immagine di come era quando fu in Macedonia.
D)  Perchè foto similari ne abbiamo viste in scritti di altra gente, è la stessa foto ?
E)  Gesù e Giovanni erano fratelli, ma fratelli veri dell'Alta Dimensione, perchè erano fratelli
Mutanti, figli di una Donna Mutante che si chiama MYRIAM, Spiriti Gemelli. Non per 
niente è stato detto : “ DONNA , ECCO TUO FIGLIO”. PERCHE' ?
D)  Figli a livello fisico o a livello spirituale ? Perchè, se non ricordo male, l'Apostolo Giovanni...
E)  I Mutanti hanno il diritto di procreare in un modo diverso da noi.
http://www.eugeniosiragusa.com/t1235-il-ricordo-di-eugenio-dell-assunzione-in-cielo-della-celeste-madre-maria-ogni-15-di-agosto

Certamente, a questo punto cosa possiamo dedurre e quindi fare nostro...!? Come Eugenio ci ha trasmesso per le sue Conoscenze Cosmiche, cosa ci ha invitato a sentire, se lo vogliamo,nella profondità del nostro spirito, se non il sentimento che la Madre Celeste è una Messaggera Universale della Fratellanza Cosmica e il suo Celeste e fraterno amore è un messaggio che proviene dalle stelle, che ha ereditato, come dispose Cristo-Gesù insieme al discepolo prediletto Giovanni Evangelista, il destino dell'umanità.

Dio è anche la Terra. 

Dio è anche la Terra, questa generosa Madre, dispensatrice di latte, di miele e di vita che volete, ad ogni costo, soffocare, distruggere. Perversi! Io sono il figlio di Dio e mia madre la Terra. Non dimenticatelo Mai! Mai! Mai!
Ho nelle mie mani la potenza purificatrice del fuoco e vi percuoterò sino a quando non avrete abbassato le vostre orecchie come pecore mansuete ed ubbidienti ai voleri del Divino Pastore di uomini. Fiaccherò il vostro orgoglio e farò crollare sulle vostre spalle il gravoso peso della Suprema Giustizia del Creato e del Creatore. Sconvolgerò la Babilonia dei vostri tempi e sotterrerò nella notte dei tempi, l'arte diabolica delle vostre perverse opere. La misericordia di Dio si è tramutata in Ira Santa e nessuno, nessuno scamperà al suo Infallibile Giudizio. Preparatevi uomini della Terra, perché è vero che un nuovo Cielo si approssima per chi erediterà il Regno di Dio in Terra.
I grandi guai hanno inizio.

Dal Cielo alla Terra
Dalla Terra a tutti gli uomini
Nicolosi, 26 Novembre 1976 ore 23,10
Eugenio Siragusa







Presto a Maggio vi parlerò del IV° Segreto di Fatima...

IL TESTIMONE DELL' ETERNO PRESENTE



filippo bongiovanni

miércoles, 25 de abril de 2012

EL MENSAJE DE LA MADRE CELESTE EN BORELLO (ct)


Hoy, tras algún tiempo he escuchado a mi amigo Antonio, y me ha recordado la localidad de Borrello, ésta se encuentra a pocos pasos donde Eugenio vivía y su familia vive actualmente. El domingo se encontraba en el lugar, mucha gente, en recuerdo de los acontecimientos que caracterizaron ese período de las apariciones al vidente Rosario Toscano...

"Diario del Sur", 10 de diciembre 1987. "Periódico de Sicilia", 4 diciembre 1987. "El matutino”, 3 mayo 1988.
La primera aparición tuvo lugar el 11 de mayo 1986 - la última el 1 de mayo 1988. Reporto algunos extractos de lo que entonces ocurrió, a propósito de las apariciones, y que volveré a tratar algún día, en ocasión del Mensaje de Fátima.

Borrello di Belpasso (Catania) el sol cambió color y las apariciones de la Virgen prosiguieron hasta el 1 de mayo de 1988. El fenómeno fue visto también por los vecinos de esa localidad. En el centro, de rodillas, se encuentra el vidente.

… “La Celeste Señora aparece en muchas localidades de todo el mundo, preocupadísima por los funestas consecuencias que pesan sobre esta generación, por largo tiempo insta al arrepentimiento. Mediante el vidente Pino Casagrande, en Lugano(Villa de Machelli), ha anunciado lo siguiente: "... Aprendan a dar su corazón a Dios; ya estamos próximos a los tiempos de Juan; rogad... ".

Su lenguaje, como en Fátima, se repite también en Borrello (belpasso, provincia de Catania). Domingo 1 de mayo 1988 ocurre la última aparición al vidente Rosario Toscano.

El 1 de febrero de 1988 en Borrello se produce el milagro del doble del sol como en Fátima.


Reportamos la parte más imprortante del mensaje:

"... Tras el período de paz que voy a dar al mundo (y será breve:..) por medio de mi corazón, sucederá que muchos se distanciarán de Dios y se avergonzarán de él. Terminado el período de paz, ocurrirán muchos acontecimientos desagradables para cada familia, para cada ciudad, para cada nación, para el mundo entero. Ello porque muchos se acomodarán de nuevo, olvidándose de Dios y de sus leyes. La Iglesia tendrá mucho que sufrir, y antes de que ocurra todo esto te advierto a ti, de manera que tú lo pueda decir a todos. Ese será el signo tangible de mis apariciones, y es el más importante de los signos en el cielo pot su gravedad." El joven pregunta: “Virgencita continuarás viniendo?" respuesta: "No! No vendré más" "como, no vendrás nunca más?" . "Regresaré más tarde, pero esto no quiere decir que te he abandonado..."

Un signo tangible de la Celeste Madre Myriam. Un aval de cuanto Eugenio tuvo que decir el 25 de marzo 1988 " ... mi tarea ha terminado, ahora será Otro quien testificará..."

DEL CIELO A LA TIERRA

LA BEATA MADRE DEL HOMBRE DIOS, MIRIAM.
LA MADRE DE LA DIVINA PIEDAD, DEL CELESTE AMOR.
LA PALOMA DE LA PAZ Y MADRE DE TODOS.

YO, QUE MUCHÍSIMO LA AMO, HE ESCUCHADO Y ESCRITO:

HABÉIS HECHO UN MUNDO DE TRAMPA Y DE PESADILLAS. LA HIPOCRESÍA PULULA Y LA MALDAD  SE HA NIDIFICADO EN VUESTROS CORAZONES Y EN VUESTRAS ALMAS.

OS HABÉIS CONVERTIDO EN HOSTILES Y VIOLENTOS HACIA LAS COSAS BUENAS, Y NADA HACEIS PARA MEJORAR, PARA HACER LA EXISTENCIA TERRENA CARENTE DE AMARGURA Y PENA. NADA HACEIS POR ENMENDAROS, PARA HACER LA VIDA MÁS FELIZ, MÁS SANA, MÁS FECUNDA

VUESTROS SACERDOTES ME PIDEN ayuda, asistencia, salvación. Pero ELLOS¿Qué hacen? ¿QUÉ HACEIS TODOS VOSOTROS QUE CREEIS EN MI SANTO AMOR? ¿QUÉ HACEIS PARA MERECER MIS GRACIAS?

MI TRISTEZA ES GRANDE POR LO QUE SUCEDE EN VUESTRO MUNDO. MI ANSIEDAD ES GRANDE, DOLOROSA. LO DEMUESTRO Y NO CREEIS! EDIFICO SIGNOS TANGIBLES  Y DUDAIS. ME HAGO TAMBIÉN VER Y OTRO NO HACEN OTRA COSA QUE BURLAR, RIDICULIZANDO CUANTO YO ELIJO PARA HACERME DE ENLACE ENTRE LA NATURALEZA DIVINA Y LA NATURALEZA HUMANA. MIS LÁGRIMAS SON TANTAS, TANTAS, PERO VUESTROS SACERDOTES, , NO QUIEREN ENTENDER SU SIGNIFICADO, NI SIQUIERA CUANDO ESTAS LÁGRIMAS SE DEJAN EN PERLAS DE SANGRE, BRILLANTES DE DOLOR Y DE MATERNA DESESPERANZA.
ME ROGAIS AL MISMO TIEMPO ME DESOBEDECEIS, ME DAIS LA ESPALDA, VALLAIS MI SANTO INVITACIÓN AL ARREPENTIMIENTO, AL LA DESOBEDIENCIA A QUIEN CONCEBI Y QUIEN MIS HUMANOS OJOS VIERON EN CRUZ COMO CUALQUIER BANDIDO, ÉL, ÉL, ÉL, LA TERNURA DEL AMOR MÁS GRANDE DE TODOS LOS AMORES; ÉL, MI DILETO HIJO, EL SOL HECHO CARNE Y SANGRE.
OS  HE DICHO Y REPETIDO LO QUE PODRÍA SUCCEDEROS SI NO PONÉIS FRENO A LA DEGENERACIÓN, LA VIOLENCIA, LAS INJUSTICIAS Y LAS LOCURAS QUE OS AFECTAN. VUESTROS SACERDOTES CALLAN, Y VUESTROS CORAZONES SE SECAN CADA VEZ MÁS DESPROVISTOS COMO SON DE TEMOR DE DIOS.

PERO EL TIEMPO LLEGA Y NADA PODRÉ HACER PARA RETENER EL BRAZO DE MI HIJO; NADA PUEDO HACER PARA EVITAR QUE CAIGA SOBRE TODO EL GÉNERO HUMANO COMO UN PODEROSA PIEDRA. ENTONCES SERÁ DEMASIADO TARDE, DEMASIADO TARDE, DEMASIADO TARDE.
DEL CIELO A LA TIERRA

Yo, que tantísimo la amo, he escuchado y he escrito
Nicolosi 3 mayo de 1984.
11:00 hs.
Eugenio Siragusa

La estatua de la Virgen de la Roccia en Borrello





martes, 24 de abril de 2012

IL MESSAGGIO DELLA MADRE CELESTE A BORRELLO(ct)


Oggi dopo qualche tempo ho sentito il mio amico Antonio, e mi ha ricordato della località di Borrello, essa si trova a pochi passi dove Eugenio viveva e la sua famiglia vive attualmente. Domenica si trovava sul posto, c'era molta gente, in ricordo degli eventi che caratterizzarono quel periodo delle apparizioni al veggente Rosario Toscano...
"Gazzetta del Sud", 10 dicembre 1987. "Giornale di Sicilia", 4 dicembre 1987. "Il Mattino", 3 maggio 1988.
La prima apparizione ebbe luogo l' 11 maggio 1986 - l'ultima il 1° maggio 1988.
Riporto alcuni stralci di quello che allora accadde, a proposito delle apparizioni,e che ritornerò a trattare tra qualche giorno, in occasione del Messaggio di Fatima.
Borrello di Belpasso (Catania) il sole cambiò colore e le apparizioni della Vergine proseguirono fino all' 1 Maggio 1988. IL fenomeno fu visto anche dalle sciare di quella località. In centro, in ginocchio, si trova il veggente.


… “La Celeste Signora appare in molte località di tutto il mondo, preoccupatissima per i funesti presagi che incombono su questa generazione, da lungo tempo esortata al ravvedimento. Attraverso il veggente Pino Casagrande, a Lugano(Villa De Machelli), ha annunciato quanto segue: “... Imparate a dare il vostro cuore a Dio; siamo ormai prossimi ai tempi di Giovanni; pregate...”.
Il Suo linguaggio, come a Fatima, si ripete anche a Borrello (Belpasso, provincia di Catania). Domenica 1 Maggio 1988 avviene l'ultima apparizione al veggente Rosario Toscano.


IL 1° febbraio 1988 a Borrello si produce il miracolo del doppio sole come a Fatima.


Riportiamo la parte più importante del Messaggio:
... Dopo il periodo di pace che concederò al mondo (e sarà breve: n.d.r.) per mezzo del mio cuore, accadrà che molti si allontaneranno da Dio e si vergogneranno di Lui. Finito il periodo di pace, accadranno molti eventi spiacevoli per ogni famiglia, per ogni città, per ogni nazione, per il mondo intero. Questo perchè molti si adageranno di nuovo, dimenticandosi di Dio e delle Sue Leggi. La Chiesa avrà molto da soffrire, e prima che tutto questo accada ti avvertirò, in modo che tu lo possa dire a tutti. Sarà questo il Segno tangibile delle mie apparizioni, ed è il più importante dei Segni nel Cielo per la sua gravità.” Il ragazzo chiese: “Madonnina continuerai a venire?” Risposta: “ No! Non verrò più” “Come, non verrai mai più?”. “Tornerò in seguito, ma ciò non vuol dire che ti ho abbandonato...”
Un segno tangibile della Celeste Madre Miryam. Un avallo a quanto Eugenio ebbe a dire il 25 Marzo 1988 “...Il mio compito è finito, ora ci sarà l'Altro a testimoniare...”


DAL CIELO ALLA TERRA

LA BEATA MADRE DELL’UOMO DIO, MIRIAM.
LA MADRE DELLA DIVINA PIETÀ, DEL CELESTE AMORE.
LA COLOMBA DELLA PACE E MADRE DI TUTTI.
Io, che tantissimo l’amo, ho ascoltato e scritto:
AVETE FATTO UN MONDO DI TRANELLI E DI INCUBI. L’IPOCRISIA PULLULA E LA MALVAGITÀ HA NIDIFICATO NEI VOSTRI CUORI E NELLE VOSTRE ANIME.
SIETE DIVENUTI OSTILI E VIOLENTI VERSO LE BUONE COSE, E NULLA FATE PER MIGLIORARE, PER RENDERE LA TERRENA ESISTENZA PRIVA DI AMAREZZE E DI AFFANNI. NULLA FATE PER EMENDARVI, PER RENDERE LA VITA PIÙ FELICE, PIÙ SANA, PIÙ FECONDA.
I VOSTRI SACERDOTI CHIEDONO A ME AIUTO, ASSISTENZA, SALVEZZA. MA LORO COSA FANNO? COSA FATE TUTTI VOI CHE CREDETE NEL MIO SANTO AMORE?
COSA FATE PER MERITARVI LE MIE GRAZIE?
LA MIA TRISTEZZA È GRANDE PER QUANTO SUCCEDE NEL VOSTRO MONDO. L’ANSIA MIA È GRANDE, DOLOROSA. LO DIMOSTRO E NON CREDETE! EDIFICO TANGIBILI SEGNI E DUBITATE. MI FACCIO ANCHE VEDERE ED ALTRO NON FATE CHE DERIDERE, SCHERNIRE QUANTI IO SCELGO PER FARMI DA TRAMITE TRA LA NATURA DIVINA E LA NATURA UMANA.
LE MIE LACRIME SONO TANTE, TANTE, MA I VOSTRI SACERDOTI, VOI, NON VOLETE INTENDERE IL LORO SIGNIFICATO, NEMMENO QUANDO QUESTE LACRIME SI TRAMUTANO IN PERLE DI SANGUE, BRILLANTI DI DOLORE E DI MATERNO SCONFORTO.
MI PREGATE E NELLO STESSO TEMPO MI DISUBBIDITE, MI GIRATE LE SPALLE, STACCIONATE IL MIO SANTO INVITO AL RAVVEDIMENTO, ALL’UBBIDIENZA A COLUI CHE CONCEPÌ E CHE I MIEI UMANI OCCHI VIDERO IN CROCE COME UN QUALUNQUE MALFATTORE, LUI, LUI, LUI, LA TENEREZZA DELL’AMORE PIÙ GRANDE DI TUTTI GLI AMORI; LUI, IL MIO DILETTO FIGLIO, IL SOLE FATTOSI CARNE E SANGUE.
VI HO DETTO E RIPETUTO QUANTO POTREBBE SUCCEDERVI SE NON PONETE FRENO ALLA DEGENERAZIONE, ALLE VIOLENZE, ALLE INGIUSTIZIE E ALLE FOLLIE CHE VI TRAVAGLIANO.
I VOSTRI SACERDOTI TACCIONO E I VOSTRI CUORI SI INARIDISCONO SEMPRE PIÙ PRIVI COME SONO DI TIMORE IN DIO.
MA IL TEMPO VIENE E NULLA POTRO’ FARE PER TRATTENERE IL BRACCIO DI MIO FIGLIO; NULLA POTRÒ FARE PER EVITARE CHE ESSO CADA SU TUTTO IL GENERE UMANO COME UN POSSENTE MACIGNO.ALLORA SARÀ TROPPO TARDI, TROPPO TARDI, TROPPO TARDI.
DAL CIELO ALLA TERRA
Io, che tantissimo l’amo, ho ascoltato e scritto.
Nicolosi 3 maggio 1984.
Ore 11:00
Eugenio Siragusa



La Statua della Madonna della Roccia a Borrello




domingo, 22 de abril de 2012

Giornata della Terra.

Certamente, se si doveva sceglie un giorno particolare per l'ennesimo pronostico azzeccato da parte di Eugenio riguardantela Madre Terra e la sua generosità verso l'uomo, oggi è questo giorno. L'ho detto e lo ripeto, senza nessuna remora, comeLui mi detto sempre di dirlo:..."Basterebbe mettere in pratica solo lo 0,5 % dei LORO CONSIGLI e l'umanità potrebbe considerarsi salva"...

Giornata della Terra, il pianeta si festeggia.
Manifestazioni in 175 Paesi, coinvolte 500 milioni di persone. A Napoli grande concerto a km zero.

MILANO - Concerti, manifestazioni, campagne di sensibilizzazione e riforestazione. Tutto il mondo si mobilita domenica 22 aprile in occasione della 42ma edizione della Giornata della Terra, nata nel 1970 quando il senatore statunitense Gaylor Nelson lanciò il primo Earth Day. Si svolgeranno manifestazioni in 175 nazioni nelle quali saranno coinvolte 500 milioni di persone con l'obiettivo di arrivare a un miliardo di «azioni verdi» per il summit mondiale di Rio+20 in programma a giugno.

Alla notizia dei "festeggiamenti",non so cosa ci sia da festeggiare, quando essa è colpita e attentata inesorabilmente, quotidianamente, nella sua natura cosmo fisica e dinamica. Leggete attentamente, soprattutto in un momento dove è sempre più attuale anche un'altro pronostico drammaticamente annunciato sempre da Eugenio, anch' esso attuale "PRESTO NON AVRETE PIU' ACQUA DA BERE" 

http://terrarealtime.blogspot.it/2012/07/trovata-acqua-in-namibia-potrebbe.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed:+TerraRealTime+(TERRA+REAL+TIME) 

Acqua in Nabibia Africa.

L'Africa muore di sete su un mare d'acqua.
Mappato il sottosuolo, enormi quantità di “oro blu”.Riserve per oltre settant’anni.
UNO STUDIO RIVELA UNO STRATO LIQUIDO DI 75 METRI NELLE REGIONI SETTENTRIONALI. MA OCCORRE CENTELLINARLO
www3.lastampa.it/esteri/sezioni/articolo/lstp/451138/
LA STAMPA 21/04/2012 DI MATTIA BERNARDO BAGNOLI

L’Africa è zeppa d’acqua, specie nella sua parte più arida, il deserto del Sahara. I suoi abitanti non se ne sono mai accorti non perché colpiti da violente insolazioni ma perché l'oro blu, da secoli, si è rifugiato nel sottosuolo. E non due gocce. Le faglie sotterranee, infatti, superano di ben cento volte la quantità d’acqua che si trova oggi in superficie. Per l’Africa si tratta - potenzialmente - di una rivoluzione copernicana. A patto, precisano gli esperti, di saper gestire la scoperta con parsimonia.
A mappare con attenzione, per la prima volta, le risorse idriche nascoste del «continente assetato» sono stati i ricercatori della British Geological Survey e del University College London (UCL). Che sperano così, anche grazie all’aiuto dei grafici colorati, di «aprire gli occhi alla gente» e portare il tema al centro del dibattito internazionale. «Le riserve maggiori - spiega alla BBC Helen Bonsor, uno degli autori della ricerca - si trovano nelle regioni settentrionali dell’Africa: in Libia, Algeria e Chad». Ovvero in enormi, e antichi, bacini sedimentari. «Si tratta di aree coperte da uno strato d’acqua spesso 75 metri. È una quantità enorme». E pensare che nel continente sono circa in 300 milioni a non avere accesso ad acqua potabile - senza contare che, al momento, solo il 5% della terra coltivabile è irrigata.
«La mancanza di fognature e di acqua potabile scatena epidemie di diarrea, che è la principale causa di morte tra i bambini dell’Africa subsahariana», commenta Barbara Frost, direttrice di WaterAid, l’Ong internazionale – con sede a Londra – che si batte per migliorare l’accesso all’oro blu ai quattro angoli del mondo. Ecco perché al summit di Washington «Sanitation and Water for All» funzionari e ministri di oltre 50 Stati africani hanno promesso investimenti reali tra il 5% e il 7% nell'arco dei prossimi due anni. Un colpo di reni è d’altra parte necessario. Se si guarda ai progressi fatti in questo campo, con questo ritmo l’Africa raggiungerà i target prefissati dal Millennium Goal nel 2175. Il che significa un ritardo di 160 anni. Insomma, se si vuole dissetare l’Africa, più che al cielo è forse meglio guardare alla terra. Ma con attenzione. Far scattare l’operazione «trivella selvaggia» sarebbe infatti persino controproducente.
«È altamente sconsigliato scavare e posare condotte ad alta portata senza prima aver svolto precise ricognizioni sullo stato delle riserve locali», ha messo in guardia Alan MacDonald, coordinatore dello studio. In alcune aree le riserve, una volta utilizzate, non sono infatti ricostituibili. In altre parole: in quel caso quando l'acqua finisce finisce.
Meglio dunque optare per «sorgenti rurali e pompe manuali a bassa portata». Il che significa organizzarsi per una produzione dedicata al consumo locale, non certo alla commercializzazione di tipo industriale.
«Le nostre analisi mostrano che, se si procede con attente esplorazioni, nel sottosuolo africano c'è acqua sufficiente per usi potabili e irrigazione a basso impatto», spiega Bonsor. E questo anche se la domanda, nei prossimi decenni, dovrebbe aumentare sotto il peso dell’aumento demografico e delle necessità dell’agricoltura.
L’idea migliore sarebbe quella di usare le risorse sotterranee come «cuscino di protezione» contro le oscillazioni climatiche provocate dal «climate change». «Persino nelle riserve più vicine alla superficie locate nelle zone semi-aride con pochissime precipitazioni - conclude Bonsor - i bacini danno l’indicazione di poter durare dai 20 ai 70 anni».
Queste conclusioni sono state raggiunte confrontando le diverse mappe idro-geologiche realizzate dai vari governi con 283 studi acquiferi indipendenti. La ricerca è stata pubblicata dalla rivista scientifica Environmental Research Letters.


AFRICA
HOARA COMUNICA:
DA NOSTRI SPECIFICI SONDAGGI: 

CI RISULTA CHE IL SOTTOSUOLO DI GRAN PARTE DEL CONTINENTE AFRICANO E' RICCO DI IMMENSI BACINI ACQUIFERI. E' CONSIGLIABILE IMPEGNARE LA TECNOLOGIA CHE POSSEDETE PER PORTARE IN SUPERFICIE QUESTO PREZIOSO ELEMENTO VITALE.
VI DICIAMO CHE COSI' FACENDO, E PRESTO, POTRETE RIGENERARE DI FERTILITA' TUTTE QUELLE ZONE OFFESE DALLA PROLUNGATA SICCITA', IN PARTE DOVUTA A UNO SCOMPENSO DELLE CORRENTI PROVOCATO DALLA VOSTRA SCIENZA NUCLEARE.
OCCORRONO TRIVELLE E STRUTTURE IDONEE PER LA CONSERVAZIONE DELL’ACQUA, TENENDO PRESENTE LA NECESSITA' DI CONSERVARLA IN APPOSITI CONTENITORI CHIUSI E DI USARE CONDUTTURE ATTE PER LO SMISTAMENTO DELL’ELEMENTO NELLE ZONE OVE TALE ELEMENTO NECESSITA.
E' ALTRESI' INDISPENSABILE EDUCARE I POPOLI A RENDERE LA TERRA VIVA E FRUTTIFICANTE FORNENDO LORO STRUTTURE AGRICOLE E MEZZI A SUFFICIENZA.
SE VOLETE FERMARE L’AVANZATA DEL DESERTO E LA MORTE DI MILIONI DI INDIVIDUI PER SETE E PER FAME, DOVETE IMPEGNARVI SUBITO E SERIAMENTE. NEL SOTTOSUOLO AFRICANO, OLTRE AD ENORMI BACINI DI ACQUA PURISSIMA, ABBIAMO RILEVATO COSPICUI GIACIMENTI DI MINERALI E DI LIQUIDI UTILI AL VOSTRO BENESSERE.
E' UN NOSTRO CONSIGLIO. 

HOARA SALUTA
Nicolosi, 10 maggio 1985
Ore 9:00
Eugenio Siragusa


Día de la Tierra


Sin duda, si se debía elegir un día particular para el enésimo pronóstico acertado por parte de Eugenio con respecto a la Madre Tierra y su generosidad hacia el hombre, hoy es este día. Lo he dicho y lo repito, sin ningun resquemor, como él me ha dicho siempre de decirlo:... "bastaría poner en práctica sólo el 0,5 % de sus consejos y la humanidad podría considerarse salva" ...

Día de la Tierra, el planeta se celebra.
Manifestaciones en 175 países, implicadas 500 millones de personas. En Nápoles gran concierto en el  km cero.

Milán - conciertos, manifestaciones, campañas de sensibilización y reforestación. Todo el mundo se movilizará el domingo 22 de abril en ocasión de la 42º edición del Día de la Tierra, nacida en 1970 cuando el senador norteamericano Gaylor Nelson lanzó el primer Earth Day. Se celebrarán manifestaciones en 175 naciones en las que participarán 500 millones de personas con el objetivo de llegar a un millar de "acciones verdes" para la cumbre mundial de Rio+20 programado para  junio.

La noticia de "celebraciones","no se qué  tanto hay por celebrar, cuando ésta es afectada y atentada inexorablemente, diariamente, en su naturaleza cosmo-física y dinámica. Lean cuidadosamente, sobre todo en un momento donde es cada vez más actual también otro pronóstico dramáticamente anunciado siempre por Eugenio, también actual "pronto no habrán mas' agua de beber"

El África muere de sed en un mar de agua.
Mapeado el subsuelo, enormes cantidades de "oro azul”. Reservas por otros 70 años. UN ESTUDIO REVELA UN ESTRATO LÍQUIDO DE 75 METROS EN LAS REGIONES SEPTENTRIONALES. PERO ES NECESARIO MEDIRLO.
www3.lastampa.it /ESTERI/SEZIONI/ARTICOLO/LSTP/451138 /
LA STAMPA 21 04 2012 de MATTIA BERNARDO BAGNOLI

África es una zepa de agua, sobre todo en su parte más árida, el desierto del Sahara. Sus habitantes no lo han notado no porque estén afectados por violentas insolaciones sino porque el oro azul, desde hace siglos, se ha refugiado en el subsuelo. Y no dos gotas. Las fallas subterráneas, en efecto, superan en mucho cien veces la cantidad de agua que se encuentra hoy en la superficie. Para África se trata -potencialmente - de una revolución copernicana. En tanto sean capaces, precisan los expertos, de saber gestionar el descubrimiento con parsimonia.

Quienes mapearon con atención, por primera vez, los recursos hídricos ocultos del "continente sediento" fueron los investigadores de la British Geological Survey y del University College London (I.). Que esperan así, también con la ayuda de gráficos coloreados, de "abrir los ojos a la gente" y llevar el tema al centro del debate internacional. "Las reservas mayores - explica a la BBC Helen Bonsor, uno de los autores de la investigación - se encuentran en las regiones norte de África: en Libia, Argelia y Chad". Es decir, en enormes, y antiguos, cuencas sedimentarias. "Se trata de zonas cubiertas por una capa de  75 metros de espesor. Es una enorme cantidad". Y pensar que en el continente son aproximadamente 300 millones los que no tienen acceso a agua potable - sin contar con que, al momento, sólo el 5% de la tierra cultivable es regada.
"La falta de alcantarillas y de agua potable desencadena epidemias de diarrea, que es la principal causa de muerte entre los niños del África subsahariana», comenta Bárbara Frost, directora de WaterAid, ONG internacional –con sede en Londres –que lucha por mejorar el acceso al oro azul en los cuatro ángulos del mundo. Por eso la cumbre de Washington "Sanitation and water for all" funcionarios y ministros de más de 50 Estados africanos han prometido inversiones reales entre el 5% y el 7% en los próximos dos años.
Un golpe de riñón es por otra parte necesario. Si se mira a los progresos hechos en este ámbito, con este ritmo África alcanzará los targets fijados por el Millennium goals en 2175. Lo que significa un retraso de 160 años. En definitiva, si se quiere apagar la sed de África, más que al cielo es quizás mejor mirar a la tierra. Pero con atención. Hacer saltar la operación “taladramiento salvaje" porque sería contraproducente.

"Es altamente desaconsejable cavar y colocar conductos de alto alcance sin antes haber desempeñado precisas observaciones sobre el estado de reservas locales”, ha puesto en guardia Alan MacDonald, coordinador del estudio. En algunas zonas las reservas, una vez más utilizadas, no son reconstituibles. En otras palabras: en ese caso cuando el agua termina termina.
Mejor pues optar por "fuentes rurales y bombas manuales de bajo alcance”. Lo que significa organizarse para una producción dedicada al consumo local, no a la comercialización de tipo industrial.

"Nuestros análisis muestran que, si se procede con atentas prospecciones, en el subsuelo africano hay agua suficiente para usos potables y riegos de bajo impacto", explica Bonsor. Y esto también si la solicitud, en las próximas décadas, debería aumentar bajo el peso del aumento demográfico y las necesidades de agricultura.
La mejor idea sería la de utilizar los recursos subterráneos como "cojín de protección" contra las oscilaciones climáticas provocadas por el “cambio climático ". "Incluso en las reservas más cercanas a la superficie alquiladas en zonas semiáridas con muy pocas precipitaciones - concluye Bonsor - cuencas dan indicación de poder durar de 20 a 70 años"..
Estas conclusiones fueron alcanzadas comparando las diferentes mapas hidro-geológicas realizadas por los distintos gobiernos con 283 estudios acuíferos independientes. La investigación fue publicada por la revista científica Environmental Research Letters.

ÁFRICA
HOARA COMUNICA:
POR NUESTROS ESPECÍFICOS SONDEOS

NOS CONSTA QUE EL SUBSUELO DE GRAN PARTE DEL CONTINENTE AFRICANO ES RICO DE INMENSAS CUENCAS ACUÍFERAS. ES ACONSEJABLE OBLIGAR A LA TECNOLOGÍA QUE POSEEIS  PARA LLEVAR A LA SUPERFICIE ESTE VALIOSO ELEMENTO VITAL.
OS DECIMOS QUE HACIENDO ASÍ, Y PRONTO, PODREIS VOSOTROS REGENERAR DE FERTILIDAD TODAS LAS ZONAS OFENDIDAS POR PROLONGADA SEQUÍA, EN PARTE DEBIDA A UN DESEQUILIBRIO DE LAS CORRIENTES PROVOCADAS POR VUESTRA CIENCIA NUCLEAR
SON NECESARIAS LAS PERFORACIONES Y ESTRUCTURAS ADECUADAS PARA LA CONSERVACIÓN DEL AGUA, TENIENDO PRESENTE LA NECESIDAD DE CONSERVARLA EN ADECUADOS CONTENEDORES CERRADOS Y DE UTILIZAR CONDUCTOS APTOS PARA LA CLASIFICACIÓN DE LOS ELEMENTOS EN ZONAS DONDE ESTE ELEMENTO SE NECESITA.

Y ES IGUALMENTE INDISPENSABLE EDUCAR A LOS PUEBLOS PARA CONVERTIR LA TIERRA VIVA Y FRUCTIFICANTE PROPORCIONANDO SUS ESTRUCTURAS AGRARIAS Y MEDIOS DE SUBSISTENCIA. SI QUERÉIS DETENER LA EXPANSIÓN DEL DESIERTO Y LA MUERTE DE MILLONES DE INDIVIDUOS DE SED Y DE HAMBRE, DEBÉIS TRABAJAR PRONTO Y SERIAMENTE.
EN EL SUBSUELO AFRICANO, ADEMÁS DE ENORMES CUENCAS DE AGUA PURISIMA, HEMOS CONSTATADO IMPORTANTES YACIMIENTOS DE MINERALES Y DE LÍQUIDOS ÚTILES PARA VUESTRO BIENESTAR.
ES UN CONSEJO NUESTRO.

HOARA SALUDA
Nicolosi, 10 de mayo 1985
9:00 hs
Eugenio Siragusa


EN EL DIA DE LA TIERRA COMPARTIMOS CON USTEDES UN TRABAJO HECHO CON LOS CHICOS DE MADRE TIERRA SOBRE ELLA: NUESTRA MADRE, SIN ELLA NO PODEMOS, ESTA BUENO QUE TOMEMOS COCIENCIA. 
LOS CHICOS REALIZARON IDEOGRAMAS (IMAGENES PENSAMIENTO) PARA ESCRIBIR LA LETRA DE LA CANCION. CADA IMAGEN ACOMPAÑA LA LETRA DE LA CANCION
La tierra tiene fiebre, necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.
ahhh ahhh

La tierra tiene fiebre, necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.
ahhh ahhh

La tierra tiene fiebre, tiembla, llora
se duele del dolor mas doloroso
y es que piensa que ya no la quieren.

La tierra tiene fiebre, tiembla, llora
se duele del dolor mas doloroso
y es que piensa que ya no la quieren.

Y es que no hay respeto por el aire limpio.
Y es que no hay respeto por los pajarillos.
Y es que no hay respeto por la tierra que pisamos.
Y es que no hay respeto ni por los hermanos.
Y es que no hay respeto por los que estan sin tierra.
Y es que no hay respeto y cerramos las fronteras.
Y es que no hay respeto por los niños chiquininos.
Y es que no hay respeto por las madres que buscan a sus hijos.

La tierra tiene fiebre, necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.
ahhh ahhh

La tierra tiene fiebre, necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.
ahhh ahhh

La tierra tiene fiebre, tiembla, llora
se duele del dolor mas doloroso
y es que piensa que ya no la quieren.

La tierra tiene fiebre, tiembla, llora
se duele del dolor mas doloroso
y es que piensa que ya no la quieren.

Y es que no hay respeto y se mueren de hambre.
Y es que no hay respeto y se ahoga el aire.
Y es que no hay respeto y yo y se llorar mas madres.
Y es que no hay respeto y se mueren de pena los mares.
Y es que no hay respeto por las voces del pueblo.
Y es que no hay respeto desde los gobiernos.
Y es que no hay respeto por los coches minimos.
Y es q no hay respeto y algunos se creen dios...


La tierra tiene fiebre, necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.
ahhh ahhh

La tierra tiene fiebre, necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.
ahhh ahhh

La tierra tiene fiebre,
La tierra tiene fiebre,
La tierra tiene fiebre,
La tierra tiene fiebre,

La tierra tiene fiebre necesita medicina
y un poquito de amor que le cure la penita que tiene.

Y es que no hay respeto por el aire limpio.
Y es que no hay respeto por los pajarillos.
Y es que no hay respeto por la tierra que pisamos.
Y es que no hay respeto ni por los hermanos.
Y es que no hay respeto por las voces del pueblo.
Y es que n hay respeto desde los gobiernos.
Y es que no hay respeto por los coches minimos.
Y es que no hay respeto y algunos se creen dios....


miércoles, 18 de abril de 2012

IL PIU' GRANDE CONTATTATO DI TUTTI I TEMPI ANNUNCIATO DALLE POTENZE CELESTI

https://www.facebook.com/notes/filippo-bongiovanni/il-piu-grande-contattato-di-tutti-i-tempi-annunciato-dalle-potenze-celesti/189462397755374
Note anteriore
    •         Ripropongo quello che ebbi a dire qualche tempo addietro e con alcune aggiunte attuali.

                                            PER VOLONTA' DI CLOUI CHE GUIDA I MIEI PASSI....

      IL PADRE DI TUTTE LE RIVELAZIONI EXTRATERRESTRI, IL CONTATTATO PRECURSORE DI IERI E OGGI DI CRISTO-GESU' ANNUNCIATO DALLO STESSO FIGLIO DI DIO FA UDIRE LA SUA VOCE NEL MONDO.

      Negli innumerevoli incontri che ho avuto con lui, gli ho fatto questa promessa,che avrei parlato di lui, della sua opera, di tutto quello che mi ha donato e fatto conoscere senza chiedermi nulla in cambio. Mi sento un Uomo,perchè  come un pezzo di metallo, credo pregiato, mi ha fuso e forgiato, rendendomi cosciente chi sono, a chi appartengo e verso dove vado:"LA LUCE SOLARE CRISTICA". I miei frutti e i più pregiati, sono costatabili da quello che solidamente ho costruito con la mia famiglia da trent'anni e come sono visto dentro la società. 
      Io sono morto nel 1976, quando la mia coscienza si è risvegliata trovandomi di fronte a questa rivelazione, che nell'arco di tutto questo tempo , come tanti altri,  ha capito e ne ha fatto scopo della sua vita. Il mio obbiettivo...!?, Come sempre ho fatto, dimostrare nel'arco di tutto questo tempo e sopratutto nello scorcio di questo ultimo tempo a tutto il mondo chi è Eugenio Siragusa, chi si presenta attraverso di lui, e cosa ha lasciato come  anticipazioni e conoscenza a tutta l' umanità . L'invito è esteso a tutti, se esiste il coraggio e argomenti per  dimostrare il contrario, liberissimi di credere o non credere...Il dialogo lo ritengo aperto...e poi vedremo..!!!
      Questo è solo l'inizio di una serie di risposte che parecchi di voi, da diversi giorni, mi hanno fatto recapitare nel mio box e anche attraverso dei commenti che ho raccolto qui.
      Per esempio: "Gli extraterrestri che visitano il nostro pianeta e che sono in contatto con Eugenio Siragusa, come possiamo definirli..? Vivono la stessa esperienza di fede fondata sul Cristo-Gesù"..? E ancora: "...Potrebbe esserci qualcosa di nuovo di quello che predicò Gesù..?  
      Inizio con questa frase:.."Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda.(HOARCIO VERBITSKY) 

      ...È tempo di rivelare la verità

      È tempo di rivelare la verità sulla nostra reale presenza nel vostro pianeta. È tempo che prendiate conoscenza della nostra missione al fine di concepire la realtà di quanto potrebbe verificarsi se persevererete nel percorrere l'attuale sentiero autodistruttivoIl pianeta che abitate è seriamente ammalato a causa del vostro disamore e di quanto edificate con energie negativeL'emissario delle Potenze Solari, in perfetta sintonia con il volere della Luce Onnicreante, si è prodigato con tutta la forza del suo eletto spirito per darvi conoscenza degli eventi passati e prossimi. La congiura del silenzio non ha potuto impedire che la verità trionfasse. Attenti terrestri, e fate presto a ravvedervi prima che sia troppo tardi.

      Eugenio Siragusa
      10 febbraio 1993
       
      LA VENUTA DEL FIGLIO DELL'UOMO
      Dal Cielo Alla Terra
      Dalla Terra a voi, dilette sorelle e diletti fratelli nostri che siete viventi nel Mondo per essere ancora una volta strumenti della Divina Intelligenza e per apparecchiare, insieme allo Spirito di Verità, la Venuta del "Figliuol dell'uomo" e per essere partecipi nell'Edificazione del suo Celeste Regno in Terra. Fu detto e scritto:"Ma quando sarà venuto il Consolatore, ch'io vi manderò dal Padre, lo Spirito di Verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza, perché siete stati con me fin da principio."
      "È meglio per voi che me ne vada; Perché, se io non me ne vado, non verrà il Consolatore; E se me ne vado, lo manderò a voi. E, venendo, egli convincerà il Mondo riguardo il peccato, alla Giustizia e al Giudizio. Il peccato, per non aver creduto in me; la Giustizia, perché io vado al Padre Mio e non mi vedrete più; Il Giudizio, perché il principe di questo Mondo è già giudicato."
      "Molte cose avrei ancora da dirvi: ma ora non ne siete capaci. Quando però sia venuto quello Spirito di Verità, Egli vi ammaestrerà in ogni vero, perché non vi parlerà da se stesso, ma dirà tutto quello che avrà udito e vi annunzierà l'Avvenire. Egli Mi Glorificherà, perché riceverà del Mio e ve lo Annunzierà. Tutto quello che ha il Padre è Mio; per questo ho detto che riceverà del mio e ve lo annunzierà".
      E, in verità, sorelle e fratelli nostri cari, lo Spirito di Verità è stato in mezzo a voi per risvegliare nei
      vostri spiriti la Luce della Verità che era stata slegata dal Divino Volere e che ora, per lo stesso
      Volere, si è slegata; Affinché sappiate di essere nel Mondo, e viventi, e perché sappiate ancora che il
      tempo è venuto e che il Ritorno del Figliuol dell'Uomo è prossimo.
      Ora è tempo che ogni anima si ravveda secondo gli insegnamenti ricevuti ed abbia piena coscienza di quanto è stato profetizzato da Colui che, per mezzo dei suoi Angeli, vi concede testimonianza e conoscenza. Tutti i Segnati sono stati toccati e moltichiamatiNoi, Figli della Fiamma, abbiamo fatto questo per Supremo Volere e per Supremo Volere abbiamo rivolto il nostro sguardo fraterno e amoroso verso ognuno di voi affinché nessuna avversità potesse turbare il vostro Risveglio alla Verità. Ora, poiché il tempo dei grandi Avvenimenti si fa prossimo e le doglie incominciano, è giusto che ogni Spirito sia pieno di Grazie e il Signore sia con voi in Spirito Santo e Verità. State uniti e allontanate i tiepidi, i curiosi e coloro che domandano per poi dimenticare e per togliervi il tempo che dovete dedicare agli spiriti accesi e pronti a rinunciare a se stessi per la Suprema Gloria di Dio. Chi è nella Verità, siatene certi, rimarrà con il lucignolo acceso ed avrà nel proprio cuore la luce della letizia e la Pace del Principe dell'Amore e della Celeste Giustizia. Fu detto e scritto: "Siate accorti e ravveduti perché questo è un tempo assai grave e pieno di insidie". Vi diciamo questo affinché abbiate sveglia coscienza nell'operare assecondando questi nostri ultimi consigli tenendo presente la necessità di usare una sorveglianza attiva che valga ad allontanare le forze negative che ora più che mai tenteranno di colpirvi. Vi raccomandiamo di avere cura della Qualità più che della quantità e di evitare le intrusioni astute e sottili di coloro che sono spenti nello Spirito e accesi nella materia. Lasciate senza forza le braccia che potrebbero colpirvi e non date le perle a coloro che non ne sono degni. Serrate le vostre file. Noi siamo con voi e contro chi è contro di voi, ma vi ripetiamo: state accorti e ravveduti e che la Saggezza sia la vostra forza e la Sapienza la vostra Volontà. Le prove non vi mancheranno, ma saranno queste prove a farvi ricordare ciò che non dovete dimenticare, siate tutti in Pace ed aspettate con Fede ed Allegrezza Spirituale. Non Temete! Non Temete! Dal Cielo vi giunga il nostro Universale Amore.

      Per i Figli della Fiamma
      EUGENIO SIRAGUSA
      15 Aprile 1963

      Rivelazioni

      RITIENITI PIENO DI PRIVILEGI E RALLEGRA IL CUORE E L'ANIMA TUA PERCHÉ È VERO CHE LA TUA VITA SU CODESTO PIANETA NON È LEGATA A PURGAMENTO NÉ È PRESA DA PRIVILEGI MATERIALI. NOI DICIAMO:
      SEI RINATO PER SUPERIORE VOLONTÀ E, PUR POSSEDENDO LE CARATTERISTICHE DELLA DIMENSIONE DUALISTICA, LA TUA COSCIENZA NON APPARTIENE ALLA TERRA. MOLTI UOMINI, LUNGO IL TEMPO, SONO RINATI COME TE E COME TE HANNO SVOLTO GRANDIOSE OPERE DI FASCINO DIVINO. ORA, COME NEL PASSATO TEMPO, I TERRESTRI PROVANO SGOMENTO E TITUBANZA PER LE COSE CHE SONO COSTRETTI A VEDERE E AD UDIRE. COMPRENDERE IL TUO LINGUAGGIO È ASSAI DIFFICILE PER LORO, LEGATI ANCORA AI PIANI DELLA COSCIENZA TERRENA. È VERO CHE COLUI CHE HA VISSUTO SEMPRE IN UN AMBIENTE E AD UN CERTO MOMENTO È COSTRETTO AD ENTRARE IN UN ALTRO, DIFFICILMENTE SI POTRÀ RENDERE IMMEDIATAMENTE CONTO DI CIÒ CHE LO CIRCONDA. MA COLUI CHE HA VISSUTO IN DIVERSI AMBIENTI, PIÙ FACILMENTE POTRÀ RENDERSI CONTO DI CIÒ CHE DIVERSAMENTE SI PRESENTA DINANZI ALLA SUA INTELLIGENZA. ORA È BEN DIRE: COLORO CHE HANNO VISSUTO SEMPRE SULLO STESSO PIANO DIMENSIONALE CONOSCONO IL VERO CHE SI MANIFESTA SU CODESTO PIANO O AD ESSO LEGANO I CONCETTI ASSORBITI E DIMENSIONATI CON GLI EFFETTI CHE CODESTA DIMENSIONE MANIFESTA. IN VERITÀ, OGNI PIANO DIMENSIONALE SCATURISCE DA UNA CAUSA CHE STA ALL'ORIGINE. I TERRESTRI, CONOSCENDO SOLO GLI EFFETTI DIMENSIONATI ED IDONEI AL PIANO MANIFESTATO, EDIFICANO I LORO CONCETTI PONENDOLI SU CODESTO PIANO. IN VERITÀ, A LORO SFUGGE LA CAUSA, IL PRINCIPIO CHE DIMENSIONA TUTTE LE MANIFESTAZIONI DESTINATE AD ESSERE RIDIMENSIONATE A LORO VOLTA. LORO FORSE NON SANNO, ED È OPPORTUNO CHE SAPPIANO, CHE LA RIDIMENSIONALITÀ DELLE COSE MANIFESTATE È INDISSOLUBILMENTE LEGATA AI VARI PIANI EVOLUTIVI DELLA COSCIENZA. L'ESSERE DI IERI NON È L'ESSERE DI OGGI NÉ LA SUA COSCIENZA È SEMPRE LA MEDESIMA. OGNI COSA CHE FA PARTE DEL SUO REGNO È DESTINATA AD ASSUMERE ANCH'ESSA UN PIANO MIGLIORE RISPETTO AL PIANO CHE È COSTRETTA A LASCIARE. TUTTO TENDE VERSO L'ORIGINE E TUTTO, COMPRESO L'UOMO, È DESTINATO AD EDIFICARE I PRESUPPOSTI NECESSARI PER RIDIMENSIONARE I CONCETTI CHE NON POSSONO PIÙ COESISTERE CON LA COSCIENZA CRESCIUTA. ECCO PERCHÉ, FRATELLO CARO, IL COMPITO AFFIDATOTI È ASSAI ARDUO E PIENO DI LOTTE. MA BEN SAPPIAMO COSA TU POSSIEDI E PER CIÒ SIAMO LIETI DI DIRTI ANCORA: MOLTI AVVENIMENTI SCATURIRANNO IN QUESTO TEMPO E MOLTI SI RAVVEDERANNO PERCHÉ MEDITERANNO SU CIÒ CHE I LORO OCCHI VEDRANNO E LE LORO ORECCHIE SENTIRANNO. IN TALE OPERA SARAI SOLLEVATO DALLA POTENZA DEL CIELO.

      Eugenio Siragusa
      29 Gennaio 1963
    •  
    • Chi di voi ha capito?

      Siete ancora fragili per poter sopportare il peso enorme delle Eterne Verità. Ho parlato, mi avete ascoltato,avete subito il fascino del Verbo che si fa Parola, avete letto e riletto quanto ho scritto; ma che cosa avetecapito? Mi avete visto così come voi siete ed avete ragionato così come è vostra abitudine ragionare,credendomi frutto del vostro raziocinio, del vostro modo di vedere e sentire attraverso il velo di Maya otramite il mutevole inganno delle apparenze relative materiali. No! No! Sono stato e sono la ImmutabileEssenza del Nato di Spirito in un continuo Divenire mutevole, Consapevole dell'Eterno presente, ServitoreIncorruttibile dello Spirito Creante e delle sue Leggi. Lo spazio e il tempo per me non esistono.La mia Reale Dimora è la Luce ed in essa riposo, essendo da essa Nutrito e reso Immortale per essere oggi,domani e sempre"Pastore di uomini, con il Potere di capovolgere il loro destino secondo leinderogabili esigenze dell'Evoluzione Universale". Avete tentato la Giustezza dei miei pensieri resifecondi dall'Eterna Saggezza di Colui che, Fecondatore di Immortalità, Presiede le Potenze Visibili edInvisibili del Divenire Continuo della sua Cosmica Natura Vivente. Ancora una volta un Giusto deriso eperseguitato per essere quello che è: "Potenza dell'Altissimo Suo Signore". Ancora una volta, la bestia ha teso i suoi tentacoli nel tentativo di soffocare la Voce della Giustizia e dell'Amore. Ancora una volta la discesa e l'Ascesa dello Spirito Illuminato ha percorso il sentiero del dolore con la speranza di vedere germogliare il nuovo Albero della Vita in un Mondo Purificato dalla putredine che i malefizi dei figli del mondo hanno resofetido di morte, di fame e di distruzione.

      Eugenio Siragusa 
      Nicolosi, 13 Novembre 1979


      DAL CIELO ALLA TERRA

      TERRESTRI, NON CREDETECI INVOLUTI E CATTIVI COSI’ COME VOI SIETE. LA NOSTRA, PER VOI IMPENSABILE, SCIENZA NON E’ NEGATIVA O BELLICA COME LA VOSTRA. LE NOSTRE MANIFESTAZIONI MIRANO A FARVI BEN COMPRENDERE CHE SIAMO GLI STESSI PERSONAGGI CHE I VOSTRI AVI DEIFICARONO CON DIVERSE DETERMINAZIONI. SIAMO GLI ANGELI DI UN TEMPO PASSATO, OGGI UFO, ALIENI, EXTRATERRESTRI. PAURA DI NOI? PERCHE’! LA NOSTRA SCIENZA RENDE GIOIOSA E SICURA LA VITA. NEI NOSTRI MONDI LA MORTE E’ STATA VINTA TANTO, TANTISSIMO TEMPO FA. E’ NEI NOSTRI POTERI FARE PRODIGI CHE INDUCONO GLI INFELICI, FELICI; I MALATI, SANI; I MORTI, VIVI.NON VI DICE NULLA LA RESURREZIONE DALLA MORTE DI GESU’ CRISTO?VI RICORDATE?: “QUESTO GESU’ CHE VI E’ STATO TOLTO, COSI’ COME LO AVETE VISTO ANDARE VIA RITORNERA’ SULLE NUVOLE”. QUALI NUVOLE? LE NUVOLE ALTRO NON SONO CHE I NOSTRI PRODIGIOSI MEZZI DI CUI CI SERVIAMO PER PERCORRERE GLI SPAZI DEGLI UNIVERSI.QUINDI NON TEMETE, TERRESTRI, PERCHE’ E’ VERO, CERTO E’ VERISSIMO CHE IL VOSTRO GESU’ E’ GIA’ IN PROCINTO DI MANIFESTARSI CON POTENZA E GLORIA; EGLI E’ ACCOMPAGNATO DA UNA NUMEROSA MILIZIA CELESTE AFFINCHE’ SIA PALESE A TUTTI GLI UOMINI DELLA TERRA LA SUA ATTESA GLORIA NEL MONDO E LA SALVEZZA DEI BEATI EREDI DEL PROMESSO REGNO DEL PADRE GLORIOSO.LE NOSTRE PRODIGIOSE MANIFESTAZIONI SERVONO, PRINCIPALMENTE, A SENSIBILIZZARE TUTTI COLORO CHE CREDONO NELLA DIVINA GIUSTIZIA E TRAMITE ESSA ALLA FRATERNA COMUNIONE DI TUTTE LE ANIME DESIDEROSE DI VIVERE IN PACE E IN SANITA’ DI CORPO E DI SPIRITO. PRESTO, NON APPENA L’ALTISSIMOGENIO COSMICO CI CONCEDERA’ IL CONSENSO, CI MANIFESTEREMO COME UNA MIRIADE DI STELLE NEI VOSTRI CIELI PER ANNUNCIARVI CHE IL MALE E’ STATO VINTO E CHE “NUOVI CIELI E NUOVA TERRA” SI APPALESERANNO PER LA GIOIA E LA ETERNA FELICITA’ DI TUTTI COLORO CHE SONO MERITEVOLI E HANNO CREDUTO. 
      Eugenio Siragusa
      Nicolosi, 7 aprile 1991


      l'autorità ci è data da Cristo.

      Siamo le sante milizie, i figli della luce in missione nel mondo.
      Vi lambiccate i cervelli, lasciando cadere nell'oblio quanto avreste già dovuto conoscere e mettere in pratica.
      Tutto ciò che succede e succederà lo avete saputo prima, molto prima che edificaste la novella torre di babele, che innalzaste la barriera dell'odio e dell'arrogante orgoglio tra Dio e voi, figli del mondo, sempre pronti a replicarlo, sempre disposti alla disubbidienza del patto tra il creatore e il creato.
      Avreste già dovuto sapere che l'altissimo signore ha la sua legge e il suo potere: leggi e poteri divini, incorruttibili, intravalicabili.
      Sapete anche che il costrutto divino poggia solidamente e invulnerabilmente su un tripode di giustizia, d'amore e di pace vivificato dal santo spirito. Noi siamo nel mondo per rammemorarvi che il vostro destino sta per compiersi e per anticiparvi i segni dell'imminente giudizio dell'ineffabile creatore, nel giorno che si è riservato.

      Dal cielo alla terra
      10 Dicembre 1979.
      Ore 16:20

      “DAL CIELO ALLA TERRA”

      CARI TERRESTRI, RIMANE POCO DA SALVARE. AVETE RESO CATASTROFICO IL PROCESSO VITALE SUL VOSTRO PIANETA.AVETE CAPOVOLTO E RESO STERILE L’ENERGIA COSMODINAMICA CHE VITALIZZA POSITIVAMENTE OGNI COSA CREATADALL’AMORE FECONDATIVO DEL GLORIOSO PADRE SOLELA TERRA, QUESTA GENEROSA MADRE CHE DA ALLA LUCE MILLE E MILLE FORME DI VITA, CHE PROVVEDE A CONCEPIRE QUANTO NECESSITA PER VIVERE CON MENTE SANA IN CORPORE SANO, E’ GRAVEMENTE AMMALATA PER COLPA VOSTRA, PER GLI ATTI INCOSCIENTI CHE PRATICATE NEI RIGUARDI DELLA SUA ARMONIA COSMOFISICA.VI AVEVAMO AVVERTITI DI NON PERSEVERARE IN QUESTO PROCESSO INVOLUTIVO, DISTRUTTIVO E DISARMONIZZANTE, MA ANCORA UNA VOLTA SIETE RIMASTI SORDI ED INSENSIBILI, INCAPACI A COMPRENDERE CHE NON SIETE SOLI, NON LO SIETE MAI STATI, E CHE ALL’AMORE AVETE ANTEPOSTO ODIO, VIOLENZA E MORTE.RICORDATE GESU’-CRISTO, UNO DEI TANTI FIGLI DELLA DIVINA LUCE PERSEGUITATO, DERISO, OFFESO ED UCCISO? ORA CHE E’ VENUTO IL TEMPO CHE IL PADRE SI ERA RISERVATO, ORA CHE ALL’AMORE SI E’ ANTEPOSTA LA GIUSTIZIA, IL PROCESSO AUTODISTRUTTIVO PER QUESTA GENERAZIONE DIVIENE SEMPRE PIU’ INEVITABILE. RICORDATE LA STORIA DI SODOMA E DI GOMORRA? NOI SPERIAMO ANCORA SU QUELLA GIOVENTU’ CHE DESIDERA RIMANERE PRIVA DI CORRUTTIBILITA’, SPERIAMO ANCORA SULL’OPERA SALVATRICE ED EDIFICATRICE DEI "FIGLI DEL SOLE" PRESENTI IN SANGUE E CARNE IN MEZZO A VOI PER GUIDARVI VERSO LE SUPREME METE DELL’IMMORTALITA’.

      DAL CIELO ALLA TERRA
      Nicolosi – 23 settembre 1990 - ore 10:30
      Eugenio Siragusa




      Questa è la mia testimonianza...!!

        
    • Floridia 13 febb.2011                                               IL testimone dell'eterno presente
                                                                                                                     Flippo Bongiovanni


Il Volto Di Gesu' come Eugenio alcune volte ha affermato di ricordarlo riconducendolo ad alcune sue esperienze. Fotografia fatta da Pino Casagrande a Colma di Valdiggia 13 agosto 1983.

Adoniesis ed Eugenio Siragusa.
Eugenio Siragusa mostra nel luogo dell'incontro, l'altezza che avevano Ashtar e Ithacar.
Gesù ricostruito con la Macchina "Cronovisore" del Padre Ernetti. Anche qui Eugenio ha riscontrato secondo sue precise affermazioni che esistono elementi che riconduco ad un probabile e veritiero momento che ritrae Gesù in croce gli occhi al Padre.
fotogramma facente parte di un flim, che ritrae l'evoluzione di un "Disco Volante" nei cieli dell'Ohio (u.s.a.) Ricevuto personalmente da Eugenio Siragusa a metà degli anni"70.Ritenuto rigorosamente autentico dai tecnici dopo i dovuti accertamenti.