martes, 7 de enero de 2014

Ancora sul NATALE 2013 con la chiusura di questa Epifania

Riproponiamo ancora una volta, quello che ci ha toccato da vicino con il giorno dell'Epifania...
I Re Magi giungono alla grotta della nascita guidati da "UNA STELLA"...!?

http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/2013/01/i-re-magi-e-la-stella-di-betlemme.html
I Re Magi e la Stella di Betlemme

A seguito quello che deve essere presente a tutti gli spiriti che si sentono vicini e realizzati su certi valori delle vita...!! Da allora cosa è cambiato? Da 2000 anni a questa parte, che cosa è cambiato?

SANTO NATALE I966
DAL SANTO VERBO CRISTICO AI FIGLI DI QUESTO MONDO.
DITEMI, DITEMI VOI, FIGLI DELLA TERRA SE È ANCORA POSSIBILE CHE IO RINASCA BAMBINO IN MEZZO A VOI ADULTI CHE TANTO MI ODIATE ED ANCORA MI FATE IMMENSAMENTE SOFFRIRE!
MENTRE VOI VI RICORDATE DELLA MIA NASCITA NEL MONDO, IO CONTO CON COCENTI LACRIME DEL CUORE I CENTO MILIONI DI ANIME CHE LA VOSTRA AVVERSA GENERAZIONE HA STRAPPATO VIOLENTEMENTE ALLA VITA CHE IO AVEVO LORO DONATO.
VOI NON PENSATE A TUTTO QUESTO E CREDETE CHE IO MI DIMENTICHI, CHE TUTTO PASSI INOSSERVATO, CHE TUTTO PERDONI.
VOI VI SIETE DIMENTICATI TROPPO PRESTO CHE IO SONO IL MARTIRE DEI VOSTRI PECCATI, E CHE PER QUESTO RITORNERÒ ANCORA SULLA TERRA PER LA VOSTRA PURIFICAZIONE.
IN VERITÀ, IN VERITÀ VI DICO: GLI ANGELI DEL MIO CELESTE REGNO SONO GIÀ NEL VOSTRO MONDO ED IL TEMPO DELLA MIA DIVINA MANIFESTAZIONE SI AVVICINA VELOCISSIMAMENTE. I SEGNI PROMESSIVI VI INVITANO A CREDERE E A RISVEGLIARE NEI VOSTRI CUORI A QUANTO LASCIAI DETTO: "NON VI LASCERÒ ORFANI; RITORNERÒ A VOI MANIFESTANDOMI."
RICORDATE, RICORDATE, FIGLI DELLA TERRA: "IL TEMPO PASSERÀ MA LE MIE PAROLE NON PASSERANNO MAI!" IL MIO RITORNO SULLA TERRA AVVERRÀ IN MODO ASSAI DIVERSO DI COME LO AVETE SEMPRE RICORDATO, DI COME ORA LO RICORDATE, SAPPIATE ED ABBIATENE CERTEZZA CHE IO VERRÒ NELLA STESSA MANIERA DI COME I MIEI PROFETI MI VIDERO ANDARE IN CIELO.
VERRÒ PER LOTTARE GLI EMPI, PER DISTRUGGERE IL MALE, PER SANARE OGNI COSA CHE LA VOSTRA FORZA MATERIALE HA DISTRUTTO NELLO SPIRITO!
VERRÒ PER GIUDICARE LE OPERE VOSTRE E PER PORVI IN GIUDIZIO, AFFINCHÈ SIANO SALVE LE VOSTRE ANIME.
VERRÒ PER DARE TESTIMONIANZA ALLA PROFEZIA CHE NON FALLA, AI GIUSTI, AI MANSUETI E AI PURI DI CUORE POICHÉ È LORO IL REGNO PROMESSO PER L'ETERNA GLORIA DI TUTTI I CIELI.
IO SONO IL PRINCIPE DELL'AMORE, DELLA GIUSTIZIA E DELLA PACE ETERNA, E PER BOCCA DEL MIO DILETTO SERVO VI DICO QUESTO NEL GIORNO CHE RICORDATE LA MIA NASCITA NEL MONDO. AMEN.
EUGENIO SIRAGUSA
Santo Natale 1966



Dalla Terra a tutti gli uomini di buona volontà
TRAMITE SINTONIA P.E.S SOLEX.

Fratelli della terra,
questo è il tempo che vi ricorda la venuta nel vostro mondo del Genio Solare Cristo. Nei nostri numerosi mondi non festeggiamo tale evento, perché il Cristo è con noi sin dal giorno che Iddio ci diede la gloria della vita, della sua pace, della sua sapiente giustizia e del suo eterno e puro amore.
Tutti i nostri bimbi rassomigliano tanto al bimbo che è nato sulla terra in un umile stalla, ed in essi vediamo crescere la sua bellezza fisica e spirituale illuminata dalla saggezza delle eterne leggi universali a cui ubbidiscono con adorazione sin dalla loro nascita.
Noi vediamo tanti, tanti bimbi terrestri che potrebbero essere felici tanto quanto lo sono i nostri, ma tutti gli uomini responsabili e tutti gli altri che li seguono e collaborano ad edificare la mostruosa egemonia del male, chiudono a queste innocenti anime il sentiero di un felice, sano e radioso destino.
Per quello che ci è dato vedere, è uno spettacolo desolante che sconforta e avvilisce la nostra mente; uno spettacolo raccapricciante che strappa dai nostri cuori un gemito di dolore, di grande dolore!
Bimbi che muoiono di fame, di malattie, mentre la ricchezza della natura viene consumata in opere di distruzione e di morte! Ricchezze immense al servizio del male, e lavoro umano che si consuma nell’edificio di una società assetata di sangue e di vizi, di velleità guerriere, di imperioso bisogno di conquiste, di dominio, di odio!
Questi uomini, e sono molti, non hanno voluto comprendere che quanto succede e succederà nel mondo, è solo un perentorio avvertimento che il cielo rivolge alla terra per suprema Volontà Divina!
La loro sordità all’Energico richiamo della Universale Giustizia, allontana sempre più la speranza di una possibile relazione pacifica tra l’umano e il Divino, tra la salvezza e l’apocalittico intervento della Divina ed eterna legge di quel Dio di cui non temono la santa ira!
I nostri molteplici avvertimenti, confortati da spettacolosi interventi che ancora vengono celati all’umanità. Sono caduti nel vuoto di una ostinata insensibilità, di un ingiustificato ed inesistente timore di chissà che cosa, noi controlliamo la terra da centinaia di migliaia di anni, e se l'avessimo voluto conquistarla l’avremmo fatto quando gli uomini ci accoglievano come dei, come angeli che scendevano dal cielo.
La verità è, che questi tragici avvenimenti che si succedono in ogni parte del mondo, dovrebbero stimolare a capire la volontà di Dio e di tutti coloro che abitano nel suo celeste regno; dovrebbero invitarvi a comprendere che quanto succede è solo un preludio ad avvenimenti ancora più decisivi e di portata mondiale.
Se tutti gli uomini della terra si unissero in pace e in reciproco amore fraterno, demolendo l’odio e l’orgoglio, e le ferree barriere che li separano e li privano di avvicinarsi gli uni agli altri in una vera e santa volontà, liberi da complessi di razza e di religione ed animati dalla necessità di conoscersi meglio e di adoperarsi al comune bene, molte cose potrebbero cambiare e molto bene scaturirebbe per tutta questa infelice umanità di questo pianeta.
Se tutte le immense ricchezze che vi offre la natura e che la luce dei cieli rinnovellano venissero convogliate con coscienza, saggezza e sapienza verso i supremi bisogni della vita dei popoli e delle sue necessità evolutive materiali e spirituali, Dio si rallegrerebbe della vostra opera, inondando di celeste luce creativa e di profonda letizia la vita dei presenti e dei futuri.
Niente più strumenti di guerra e di distruzione; niente più lacrime di dolore e di morte, ma amore, pace, giustizia regnerebbero in questo vostro mondo, se nei cuori di questi figli della perdizione e degeneri alleati del sanguinario demone, prevalesse l’amore verso il prossimo e la ubbidienza alle leggi del suo creatore e di colui che, nato in una grotta, cresciuto nella Cristica Luce diede la sua vita sul golgota per darvi lume e conoscenza dei voleri di Dio e delle leggi per divenire maestri di vita e di eternità.
Voi ricordate la sua nascita nel mondo, le campane suoneranno ed in ogni casa vi sarà festa e baldoria. Noi vediamo tutto questo anche se voi non ve ne accorgete, ma vediamo pure che cosa vi è nei vostri cuori e nelle vostre menti; vediamo quanto labile è la vostra fede, quanto effimero e materiale è il vostro amore, quanto breve è la vostra adorazione verso il figliuol dell’uomo! Vediamo, infine, quelli che muoiono in quello stesso giorno uccisi dai loro fratelli accecati di vendetta, ammorbati di odio, di potere, di conquista, di scienza fallace e distruttiva!
Quanto, quanto, quanto male vi fate!
Noi proviamo orrore! Tanto, tanto orrore!
Se amaste Dio come noi lo amiamo; se vi amaste come noi ci amiamo; se vi dedicaste tutti come ci dedichiamo noi al bene, all’amore creativo e alla conquista dei supremi beni che il cosmo ci offre per essere liberi, veramente liberi, non avreste più il bisogno di pregare, di ricordare la nascita di cristo, perché il cristo sarebbe felice in mezzo a tutti voi! Saremmo felici anche noi, perché potremmo finalmente dirvi: eccoci! Eccoci! Fratelli della terra, siamo a vostra disposizione!
La pace sia in tutti i vostri cuoi.
Dal Cielo alla Terra.
Per Ashtar e Ithacar dall’Astronave Cristall-Bell.
EUGENIO SIRAGUSA
Santo Natale 1966

                                                                                                         Abbraccio tutti 
                                                                                                     Filippo Bongiovanni

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada