domingo, 26 de enero de 2014

Fallita missione Cinese sulla Luna...Nel più grande asteroide tra MARTE E GIOVE: acqua su "Cerere"...

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7272d507-8c94-47ce-a1f7-68f16f5f48a5-tgr.html#p=0
-I cinesi sulla Luna...Si rompe il modulo lunare..."Brutto stop per le ambizioni lunari cinesi"...
-Il Robotino si è così congedato..."
Buona notte "UMANITA"
-Nulla di più straordinario visto e considerato che veramemente è "calata la notte" su tutto il genere umano, incontrandosi nel buio dei suoi giorni e ostinatamente continuano, sopratutto queste grandi nazioni asiatiche a concentrarsi perseverando nell'errore, verso conquiste di quel Pianeta o ancora una volta del nostro Satellite, magari per sfruttare risorse naturali, che non potranno mai avere e gli sfugge di mano ripercuotendosi su tutto il resto del mondo, quello di garantire al proprio prossimo "IL NECESSARIO PER TUTTI E IL SUPEFLUO A NESSUNO"...e un futuro migliore ai Giovani, tutelandoli fin dall'infanzia, ma cosa pensano di ottenere e allo stesso tempo sperare..!?

“La LORO più grande preoccupazione siete voi i giovani -diceva Eugenio- in una lontana conferenza alla fine degli anni ’70 guardando i presenti,“perché voi siete il futuro dell’umanità. Fino a quando non vi fate corrompere però, fino a quando rimarrete integri, fino a quando conserverete la qualità che possedete perché al momento in cui vi fate corrompere non siete più idonei ad ereditare un regno che vi è stato preservato perché lo godrete voi, noi no. Ma anche gli adulti che diventeranno come bambini potrebbero ereditarlo". 
“L’uomo ha risposto negativamente a questi inviti,- affermava Eugenio- lasciando che l’albero della vita divenisse sterile ed i suoi frutti violentati dal male. "Comprendo benissimo, pargoletti della mia luce, le vostre ansie, le vostre sofferenze, i vostri dolori. Ma vi assicuro che la Morte Seconda per voi piccoli fiori della mia luce, non esiste. Esisterà per tutti coloro che hanno portato questa creatura cosmica chiamata Terra sul sentiero dell’autodistruzione. Questo è il messaggio che mi ha dettato la Madre Celeste per far sapere quanto sono perseguitati i bambini in tutto il mondo. In questo ultimo tempo ne sono morti 100 milioni". 
-E questo lo comunicava con le lacrime agli occhi e nel cuore. E ancora diceva:

“Avete perduto tutto ciò che poteva rendere felice la vostra esistenza: la giustizia, l’amore e la pace non albergano più nei vostri cuori. Siete stati ingiusti con voi stessi preparando un funesto destino per i vostri figli e quelli futuri. Vi siete lasciati prendere dalle forze perverse logorando le virtù che avrebbero certamente innalzato il vessillo di una super civiltà carica di processi benefici e positivi per tutti. Il danno della corruzione, della violenza e dell’immoralità ha divorato l’immagine della vostra reale identità. Ora siete avvinti da una miseria che corrode ogni vostra speranza, ogni vostro anelito verso un migliore destino. Siete veramente nel buio dei vostri giorni e la colpa è vostra, soltanto vostra. Ricordatelo”.

Il Testimone ,il discepolo, il messaggero.
Il Testimone di questo tempo apocalittico e del Padre Glorioso entrambi assetati di Giustizia
Filippo Bongiovanni





http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1809607d-5778-452a-ae1e-1f5258546200-tgr.html#p=0
L'ACQUA DI CERERE(Dal min:07,33 al min 10,37)
"Per la prima volta vista acqua su Cerere, il più grande asteroide tra MARTE E GIOVE. L'anno prossimo lo raggiungerà la sonda Dawn della Nasa"

-Cogliamo l'occasione per ricordarvi cosa esisteva e cosa accadde,risalente alla notte dei tempi, tra i due pianeti del nostro sistema solare.

http://solexmalarchivio.jimdo.com/l-uomo-e-la-croce/
L'uomo e la Croce *(2)

http://www.youtube.com/watch?v=E_9Cb8yNbqA
IL PIANETA MALLONA 1
http://www.youtube.com/watch?v=iZr3f08PREc
IL PIANETA MALLONA 2

http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/2012/12/il-radon-e-il-pianeta-terra.html
Il Radon e il Pianeta Terra


 Dal Cielo alla Terra
“L’energia atomica, un mostro nascosto e di inaudita violenza distruttiva, tenta nuovamente di inserirsi minaccioso nella già vecchia storia del nostro Sistema Solare. Pare che la stessa mente di allora si sia impadronita di questa caotica energia e che, con immutata irresponsabilità tenta di adoperarla come mezzo di distruzione e di morte. Ancora una volta l’uomo mette in pericolo l’esistenza di un mondo e di tutto ciò che contiene con tanta inaudita leggerezza”. 
Eugenio Siragusa18 settembre 1961


State attenti, terrestri
State attenti, terrestri.
Il pianeta Terra potrebbe fare la stessa fine del pianeta Mallona. Se la scienza umana continuerà ad ammorbare gli equilibri cosmofisici del pianeta, diverrebbe inevitabile una sua globale disintegrazione. L'accumulo delle scorie radioattive rende sempre più pericolosa la sopravvivenza di questa cellula macrocosmica. Già i sintomi sono evidenti, e non meno gravi di quelli che stimolarono l'irreversibile processo disintegrativo del pianeta Mallona con la morte istantanea di sette miliardi di esseri della vostra specie. Volete che il pianeta faccia ancora la stessa fine? Se desiderate conservare la vitalità di questa generosa creatura cosmica che ospita la vostra forma e la vostra sostanza, mettete le cose al loro giusto posto ed evitate di sconvolgere e separare quando non deve essere sconvolto e separato nell'ordine e negli equilibri macrocosmici. State attenti, terrestri, perché il vostro pianeta è seriamente malato, così come fu malato e non curato il pianeta Mallona, sbriciolato da una globale esplosione.
Dal Cielo alla Terra
Tramite il messaggero delle Potenze Celesti, Eugenio Siragusa
Nicolosi, 26 Ottobre 1992 ore 10,00


“S.O.S. DA UN PIANETA MORENTE” *(1)
L'UOMO E LA CROCE *(2)

“Messaggio di 100.000 anni fa . Intercettato dagli astronomi. Era un'invocazione di aiuto lanciato da un pianeta morente”. Viene dalla stampa più o meno del settore, e sono diversi gli articoli e a sua volta da diverse fonti, questa conferma potrebbe e porterebbe ad una grande rivelazione che Eugenio Siragusa aveva fatto nell'anno 1961.

-Oggi alcuni scienziati hanno scoperto che gli anelli di Saturno e i numerosissimi asteroidi che orbitano tra Marte e Giove apparterrebbero ad un pianeta che un tempo subì la disintegrazione 

“...Sono stati gli astronomi sovietici a decifrare l'S.O.S. che implorava aiuto in favore degli abitanti di un pianeta morente a causa di una galattica catastrofe ambientale. Il segnale è stato captato dall'osservatorio astronomico di Minsk durante una registrazione di routine. Il professor Kosygina afferma che gli scienziati di quel pianeta hanno ripetuto il messaggio all'infinito nella speranza che qualcuno potesse accorrere in loro aiuto. Secondo un'interpretazione plausibile il senso del messaggio era questo: “C'è qualcuno che ci ascolta? Il nostro popolo sta rischiando la distruzione. Abbiamo bisogno d'aiuto o per noi non c'è più speranza. Chiediamo alle altre civiltà di venire in nostro aiuto, non abbiamo altro tempo. Aiutateci per favore”. Il messaggio si conclude con le coordinate astrali necessarie per raggiungere il pianeta morente. Gli esperti sovietici pensano che i problemi di quella civiltà possano essere stati l'inquinamento, le guerre o qualche esplosione nucleare. La loro situazione potrebbe essere stata peggiorata da qualche disastro naturale. “Non c'è ragione per escludere che una parte della popolazione possa essere fuggita in qualche altro pianeta più ospitale”, dice la dottoressa Maleeva. “ Avrebbero potuto fondare una nuova colonia e questa potrebbe prosperare anche ai giorni nostri...”

Osservatorio astronomico di Minsk (Russia Bianca): nel 1991, astronomi dell'Osservatorio decifrarono un messaggio proveniente dallo spazio e lanciato da una civiltà stellare in pericolo, circa 100.000 anni fa.

Il Professor Gregor Kosygina ha affermato:"L'enorme tempo trascorso prima che il disperato S.O.S. arrivasse a noi, lascia pensare che non esiste alcun probabilità che la civiltà aliena che lo ha inviato possa essere sopravvissuta. Gli scienziati di quel lontano pianeta hanno ripetuto il messaggio a lungo nella speranza che qualcuno potesse accorrere in aiuto, ma dalla nostra Terra nessuno sarebbe potuto intervenire. Quel pianeta si trova di là dalla nostra Galassia'. [...] La comunicazione dava anche le coordinate astronomiche del pianeta e continuò ad essere registrata sino alla fine". Vi è un episodio risalente al 15 agosto 1977, quando "un radioastronomo dell’Ohio gridò «Wow!» dopo aver registrato un segnale di 37 secondi e concentrato sui 1.420 megahertz, frequenza non usata per le trasmissioni sulla Terra. I segnali dallo spazio sono sempre su uno spettro più ampio e dai bordi frastagliati". Chiosa Luigi Grassia: "Questa «pallottola radio» è la cosa più simile ad un messaggio di extraterrestri che abbiamo mai ricevuto". Se altri segnali siano stati captati in questi decenni per mezzo di impianti radioastronomici, è probabile che gli enti spaziali abbiano nascosto tali ricezioni. Certo, cercare forme di vita extraterrestre con sistemi come il S.E.T.I. è per lo più un modo per stornare l'attenzione da altre prove ed indizi di una presenza aliena sul nostro pianeta. Essi sono tra noi, anche se ben mimetizzati o invisibili. C è noto, S.E.T.I. sta per "Search for extra-terrestrial intelligence". E' l'istituto statunitense fondato nel 1960, ufficialmente impegnato nella ricerca di un segnale radio proveniente dalle profondità del cosmo. Il sistema si avvale del radiotelescopio di Arecibo, ubicato nell'isola di Puerto Rico.

http://www.majuro.it/journal.php?id=135
La NASA riceve richieste d’aiuto da un pianeta in pericolo
https://www.google.it/#q=+Un+messaggio+da+un+pianeta+morente...+
(1)Un messaggio da un pianeta morente... Cercare in “Google”


In relazione a quanto qui sopra riportato, Io Eugenio Siragusa ho scritto: 

DOPO 100.000 ANNI, INTERCETTATO L'S.O.S. DEL PIANETA MALLONA ORBITANTE TRA MARTE E GIOVE E DISINTEGRANDOSI A CAUSA DI UNA RELAZIONE A CATENA DI VASTI GIACIMENTI DI MATERIALE RADIOATTIVO NATURALE, INNESCATO DALLE SCORIE DELLE CENTRALI NUCLEARI. PARTE DI QUESTO PIANETA DISINTEGRATOSI FORMA L'ANELLO DI SATURNO. QUESTO TRAGICO DESTINO POTREBBE TOCCARE AL PIANETA TERRA SE LA SCIENZA CONTINUERA' AD IGNORARE I REITERATI AVVERTIMENTI A NON SOTTOVALUTARE LA PERICOLOSITA' CRESCENTE DELL'USO E DELL'ABUSO DI QUESTA ENERGIA DISTRUTTIVA. SE VOLETE MAGGIORI CHIARIMENTI IN MERITO, SE LO DESIDERATE, LEGGETE L'ALLEGATO:
“L'UOMO E LA CROCE”(*2)

Eugenio Siragusa 
Nicolosi, 19 Febbraio 1992 Ore 15

                                                                                                                                                          

      Abbraccio tutti                                                                                                                                                                                                      Filippo Bongiovanni                                                                                                                                    

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada