lunes, 4 de marzo de 2013

AL SINEDRIO UFOLOGICO, A TUTTI GLI SPECULATORI DELLA REALTA' SUI DISCHI VOLANTI E A TUTTI COLORO CHE CI CONSIDERANO UNA SETTA 2 Parte


                                                     Eugenio a Nicolosi(ct) nel 2004

Durante il percorso dell'opera di Annuncio delle Rivelazioni Divine da parte di Eugenio,ci sono stati, tanti tantissimi, che volevano specificatamente sapere sul fenomeno Dischi Volanti, cosa esattamente significava per lui, ovviamente per LORO, cosa e come potevano chiarire a quanti per curiosità e razionalità tribunalesca o per sana sete di sapere, chiedevano e volevano essere delucidati. Così amava esprimersi:


AGLI OPERATORI
ALLA STAMPA NAZIONALE ED ESTERA

LA VERITA' E I DISCHI VOLANTI

LE VERITA', QUANDO QUESTE ESULANO DA QUELLE GIA' CONQUISTATE DALLA UMANA COSCIENZA, SONO COSTRETTE A FARSI STRADA IN UN SENTIERO IRTO DI GRANDI DIFFICOLTA' PSICOLOGICHE PER IMPORSI AD ESSERE ASSIMILATE. LA SCIENZA TERRESTRE ASSOMMA GLI ELEMENTI CHE PUO' SCIENTIFICAMENTE PROVARE ATTRAVERSO I MEZZI DI CUI NEL MOMENTO DISPONE, MA NON ASSOMMA, ANZI RIFIUTA A PRIORI, TUTTO CIO' CHE SFUGGE ALLA SUA INDAGINE SCIENTIFICA, PERCHE' PRIVA DEI MEZZI ATTI A POTER REALIZZARE LA PROVA.
GLI ESSERI CHE VIAGGIANO CON I DISCHI VOLANTI CONOSCONO LE GRAVI DIFFICOLTA' CHE INCONTRA LA SCIENZA TERRESTRE. SANNO PRINCIPALMENTE QUALI SONO I FATTORI PSICOLOGICI CHE AGISCONO, E NON SONO SOLO PSICOLOGICI, SE SI VUOLE REALMENTE GUARDARE LA MEDAGLIA DA TUTTI E DUE I LATI.
IL LATO PIU' SCABROSO, E' QUELLO CHE RIGUARDA GLI STATI PIU' POTENTI DELLA TERRA E LE LORO ASSILLANTI PREOCCUPAZIONI SUGLI EFFETTI NEGATIVI CHE QUESTA REALTA' POTREBBE SVILUPPARE NEGLI AMBIENTI DELLE FORZE BELLICHE E NELLA STESSA PSICHE DI TUTTI COLORO CHE MANOVRANO LA MACCHINA DELlA DIFESA E DELL’OFFESA.
DALL’ALTRO LATO, VI E' TUTTA UNA RETE DI OCCULTAMENTO, DESTINATA A SGRETOLARSI DI FRONTE AI FATTI CHE SI SUCCEDONO CON UNA CARICA SEMPRE MAGGIORE DI INCONTESTABILI PROVE. QUINDI LA NECESSITA' DI IMPORRE CON OGNI MEZZO IL SILENZIO O IL RIDICOLARIZZARE I FATTI.
I GRANDI INTERESSI FANNO PRESSIONE; MA E' VERO, CHE TALE REALTA' NON POTRA' NASCONDERSI ULTERIORMENTE, SE E' NEL DISEGNO DEI VIAGGIATORI DEL COSMO RAGGIUNGERE LO SCOPO DELLA LORO MISSIONE SULLA TERRA. TUTTI I MEZZI RISULTERANNO IMPEDIMENTI FRAGILISSIMI DI FRONTE AI LORO STRAORDINARI POTERI. GLI UOMINI PREPOSTI A TALE COMPITO POTRANNO RESISTRE SINO A QUANDO GLI EVENTI MANIFESTATIVI NON AVRANNO ASSUNTO UNA PORTATA TALMENTE GRANDE DA SCONVOLGERE LE BASI DI TUTTE LE STRUTTURE SU CUI POGGIANO LE CONCEZIONI DELL’UMANA SOCIETA' DI QUESTO PIANETA.
ALLORA, IL CAOS ASSUMEREBBE PROPORZIONI GIGANTESCHE E DI IMPREVEDIBILE CONSEGUENZE. CIO' AVVERREBBE CERTISSIMAMENTE SE I POPOLI DELLA TERRA RIMANESSETO IGNARI DELLA REALTA' CHE LI SOVRASTA. IL TRAUMA SI SVILUPPEREBBE IN UNA FORZA DI TERRORE INCONTROLLABILE, CAOTICO, FATALE PER LA VITA DI MILIONI DI ESSERE UMANI. LA NECESSITA' DI PREPARARE I POPOLI AD UN EVENTUALE CONTATTO CON ESSERI DI ALTRI MONDI, ANCHE SE ESTERIORMENTE DIVERSI DALL’UOMO, E' IMPELLENTE!
TUTTE LE CHIESE DEL MONDO DOVREBBERO APRIRE IMMEDIATAMENTE UN DIALOGO CHIARO E PRECISO; DOVREBBERO, SENZA PERDERE ULTERIORMENTE TEMPO, INTERESSARSI AL PROBLEMA CON UNA APERTA COGNIZIONE DEI FATTI, PER LA NATURA RELIGIOSA CHE TALI EVENTI PALESANO CON RAGIONEVOLE INSISTENZA E CON UNA LOGICA ADERENZA SIMBOLISTICA CON I FATTI DEL GRANDE PASSATO E DI BIBLICA MEMORIA, QUESTA VERITA' CHE SI RIVELA IN UN TEMPO ASSAI DIFFICILE PER LA SOPRAVVIVENZA DELLA SPECIE UMANA E DELLA SUA STORIA, DEVE INTERESSARE NON SOLO GLI SCIENZIATI E I GOVERNANTI DEI POPOLI DELLA TERRA, MA ANCHE E SOPRATTUTTO, I MAESTRI DEI VALORI ETERNI DELLO SPIRITO VIVENTE DI DIO!
QUESTO E' QUANTO VOLEVO DIRE E FAR CONOSCERE

EUGENIO SIRAGUSA
Catania, 09 Ottobre 1966


                                                            Un avvistamento prodigioso.
Una sera dell'autunno 1969 il governatore della Georgia Jimmy Carter stava per tenere un comizio a Leary quando avvistò, e con lui una dozzina di persone, un oggetto nel cielo a occidente.
Secondo Carter l'oggetto brillava di luce propria, era grande più o meno come la Luna e in certi momenti sembrava immobile mentre in altri avanzava o arretrava. Convinto che si trattasse di un UFO, segnalò l'avvistamento al NICAP. Alcuni anni dopo, quando Carter era presidente degli Stati Uniti, il suo consigliere scientifico propose alla NASA di riaprire le indagini sugli UFO, ma ottenne un rifiuto.                                 
                            
                                     UFOLOGIA…QUESTO STRANO VOCABOLO! 
DI EUGENIO SIRAGUSA

Sono molti a domandarsi:
cosa hanno visto nello spazio gli astronauti della "gemini 12 ", Lowell e Aldrin? In coloro che si rivolgono questa dinamica domanda, sanno a priori che nè LowellAldrin e nè altri, vincolati al silenzio, e che potrebbero dirci qualche cosa in merito, possono parlare.
Ma questi ostinati ufologi, e badate non sono pochi, si domandano ancora: la stampa mondiale ha fatto sapere che gli astronauti hanno visto anche loro i dischi volanti inseguire le loro navicelle, e che la "Nasa" in un recente rapporto segnalò la presenza nello spazio di tre oggetti "non identificati". Inoltre si è saputo che Lowell e Aldrin, si sono presi la briga di fotografare "nuove stelle" apparse, chissà per quale prodigio, nella volta celeste. Si dice anche che forse ''erano stelle nuove". Perchè, si domandano questi cocciuti studiosi, perchè forse? Forse non erano stelle? E se non erano stelle, che cos'erano?
Si sa pure che astronauti russi e americani hanno visto avvicinare alle loro navicelle oggetti sconosciuti. Questi oggetti si comportavano stranamente e dimostravano chiaramente una libertà di manovra spaziale veramente sorprendente. Infatti, questi oggetti sconosciuti si avvicinavano a relativa distanza dalle navicelle, osservavano e poi si allontanavano rapidissimamente per sparire nello spazio. Spesse volte li hanno inseguiti come a voler gareggiare con la rudimentale navicella spaziale degli uomini. Più volte hanno inseguito e rapidissimamente sorpassato il missile portatore in orbita degli astronauti terrestri.
Quello che realmente succede nello spazio lo sanno soltanto poche persone, astronauti compresi. E' risaputo che ci sono durissime pene per chi si permettesse di divulgare questi segretissimi segreti. L'umanità non è ancora sufficientemente preparata, e d'altro canto, questo fa comodo a chi ha tutto l'interesse di ritardare il più possibile la conoscenza di questa grandiosa realtà, della presenza negli spazi terrestri di cosmoaerei provenienti da altri mondi più evoluti che sorvegliano l'evoluzione bellica atomica degli stati belligeranti. La paura di perdere il prestigio del dominio e della potenza bellica terrestre? Forse si, ma non è solo questo il motivo; ve ne sono degli altri, e non meno importanti di quanto soddisfano in pieno la pazza velleità di un pugno di uomini fatti su misura per annegare l'umanità nel marasma del sangue e della distruzione. Mi ricordo quella nota canzone: "illusione, dolce chimera sei tu..." Io vi confermo che negli spazi esterni del nostro pianeta, si notano senza bisogno di telescopi astronomici, stranissime stelle, almeno così sembrano agli occhi di coloro che le individuano e le vedono, che appaiono, scompaiono, aumentano di forte intensità di luce o di colpo la diminuiscono, e quello che è più strano, si muovono lentissimamente orbitando attorno a un punto prestabilito. è a mia conoscenza che enormi piattaforme spaziali di origine extraterrestre, orbitano negli spazi esterni del nostro pianeta.
Alcune di queste piattaforme del diametro di oltre tremila metri, protette da una cappa magnetosferica artificiale, sono delle piccole città volanti con abitazioni ed ogni genere di assoluto conforto. Alcune di queste piattaforme sono dei veri grandi laboratori volanti, stazioni di controllo depositi di viveri e di materiale vario. Alcune di queste, del diametro di 200 metri, fanno la spola tra le basi che da millenni hanno sul nostro satellite luna e le piattaforme orbitanti attorno al nostro pianeta.
In ogni piattaforma vi sono piste di atterraggio di cosmoaerei ed affascinanti strumenti sintonizzatori per le relazioni telepatiche a distanza, nonchè altre strumentazioni scientifiche tra cui figurano giganteschi pannelli dove è possibile controllare ogni angolo della terra. E' possibile osservare una rampa per missili o un qualsiasi altro oggetto alla distanza minima di uno, due metri.
Elencate tutte le varie strutture che contengono queste immense astronavi, è impossibile per la varietà, funzionalità e la non meno complicata difficoltà ad esprimerli in forma linguistica terrestre. Posso assicurarvi, e badate bene che non ho nessun interesse di dirvi come sia venuto a conoscenza di quanto vi comunico, che in ogni piattaforma esiste una sicurezza assoluta in quanto riproducono, in piccolo la meccanica celeste, ed in più si possono fermare, invertire la rotta, abbassarsi, alzarsi con una rapidità vertiginosa, fluttuare di luce o meno, ed infine usufruire delle inesauribili riserve dell'energia cosmica per navigare negli spazi interni ed esterni sino a tempo indeterminato. 

Una delle formidabili  serie di foto scattate da Geotge Adamsky il 5 marzo 1951.
Si nota nitidamente l'Astronave a forma di "Sigaro"con gli altri piccoli cosmoaerei che fuori escono da essa

Alcune di queste astronavi hanno forma tubolare e raggiungono i seimila metri di lunghezza. Queste a differenza delle altre di forma piatta, triangolare, a mezza luna o rotonde, posseggono le proprietà di penetrare negli elementi liquidi e vischiosi. Ancora non mi è possibile parlarvi degli altri prodigi. Alcune di queste astronavi di trecento metri e di seicento metri di lunghezza, sono ancorate in certi mari e in certi laghi della terra. Nell'interno di essi vi sono cosmoaerei di forma cilindrica, comunemente chiamati dai numerosi avvistatori "sigari volanti". Questi cosmoaerei, a differenza degli altri di forma discoidale o rotondi o triangolari, posseggono le proprietà della nave-madre, quella di poter navigare nell'aria, negli elementi liquidi e vischiosi. Immaginate che possono penetrare la materia con un metodo per loro semplicissimo. Nella profondità di un lago o di un mare possono sviluppare invisibili pareti di forze magnetiche sufficienti a tenere lontano l'elemento liquido per un volume desiderato. Qualcuno si ricorderà della spartizione delle acque di Mosè per far passare gli ebrei all'asciutto.
Intanto è bene fare questa premessa: è chiarissimo e risaputo che non è stata nè è mia intenzione dirvi di più di quanto mi è concesso di dire in merito ai loro mezzi e al motivo della loro presenza sulla terra.
Ogni uomo, per dono di Dio, possiede il ben dell'intelletto ed anche la libertà del pensiero che io rispetto e venero. Io mi prodigo come posso ad offrire quanto non posso e non debbo imporre. E' vero che non debbono essere le mie parole a farvi seriamente meditare, ma i fatti si..! Gli eventi passati e presenti, scolpiti nella pietra, scritti sulla pelle degli animali o sui papiri da coloro che sono stati testimoni nei tempi remoti di questa realtà, questi debbono farvi seriamente meditare ed intelligentemente dedurre, e credere che la storia si sta ripetendo anche se gli uomini non sono ancora disposti a crederlo ed altri a volerlo nascondere.
E' facile smentire, occultare, tergiversare la verità..! Ma la verità non conosce ostacoli, travalica e travolge tutto, perchè è la luce puissima della ragione, il potenziale immanente di un volere che non si può assolutamente arrestare. E' Dio!

EUGENIO SIRAGUSA
Catania, 14 Novembre 1966 

                                                                                                                 Abbraccio tutti
                                                                                                              Filippo Bongiovanni


http://solexmalidiomauniversale.blogspot.it/2013/02/al-sinedrio-ufologico-tutti-gli.html
Prima Parte

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada