sábado, 23 de marzo de 2013

Ingresso di Gesù a Gerusalemme

Oggi si celebra quello che per molti è vivo ed eternamente scolpito nei propri spiriti viventi.
L'entrata di
Gesù a Gerusalemme, che lo porterà con il suo passo trionfante ad offrire all'uomo la redenzione, attraverso la sua passione e il suo supremo sacrificio.  

http://www.eugeniosiragusa.it/forum/14-enigmi-e-misteri-della-storia-e-del-sacro/98-l-ingresso-messianico-di-gesu-a-gerusalemme#98
Ingresso di Gesù a Gerusalemme

Cristo-Gesù la Forza Creante dell'Amore del Padre Glorioso!
(Eugenio Siragusa) 



Ingresso di Gesù a Gerusalemme



IL RITORNO DEL MAESTRO DEI MAESTRI

SBAGLIA CHI È PORTATO A CREDERE CHE IL RITORNO DEL MAESTRO DEI MAESTRI GESÙ AVVERRÀ COSÌ COME È AVVENUTO CIRCA DUEMILA ANNI FA.
PARLIAMONE UN PO’.
È DA RICORDARSI CHE GESÙ È STATO ASSUNTO AL CIELO IN CORPO E SPIRITO COSÌ COME SONO STATI ASSUNTI ENOCH, ELIA ED ALTRI DI CUI NON SI CONOSCE LA REALE STORIA.
È DA TENER PRESENTE CHE IL CORPO DI GESÙ HA RICEVUTO DALL’ELOHIM CRISTO, FIGLIO DI DIO, L’IMMORTALITÀ E LA VIRTÙ DELLA MUTAZIONE. RICORDATEVI ALTRESÌ: “GESÙ, FIGLIO DELL’UOMO”, “CRISTO, FIGLIO DI DIO”, PERSONIFICATORE IL PRIMO E PERSONIFICATO IL SECONDO.
DI QUESTO ABBIAMO GIÀ PARLATO.
QUINDI È VERO QUANTO È STATO DETTO, SCRITTO E TRAMANDATO: CRISTO DISSE: “IO ME NE VADO E NON MI VEDRETE PIÙ, MA RIMARRÒ CON VOI SINO ALLA FINE DEI TEMPI”. GESÙ DISSE: “IO NON VI LASCERÒ ORFANI, RITORNERÒ IN MEZZO A VOI”. CHIARO NO?
È VERO, CERTO E VERISSIMO, CHE CHI RITORNA È GESÙ CRISTIFICATO ED ESSERE PADRONIMICO DELL’INTERA UMANITÀ.
È STATO ANCHE DETTO CHE RITORNERÀ SULLE “NUVOLE” CON POTENZA E GLORIA, MA CREDETE CHE SARANNO NUVOLE? COSA HA VOLUTO FAR INTENDERE, LASCIO A VOI SCOPRIRLO. GIÀ NUMEROSE MILIZIE CELESTI SONO SULLA TERRA ED INTORNO AD ESSA. IL MAESTRO GIÀ VISITA LE “PECORELLE CHE NON APPARTENGONO A QUESTO OVILE”.
SONO QUELLI CHE SONO RIMASTI NEL MONDO E CHE NON ERANO NEL MONDO? SONO QUELLI CHE IL CRISTO RACCOMANDÒ AL PADRE GLORIOSO DI GUARDARE DALLE TENTAZIONI PERCHÈ ESSI, PUR NON ESSENDO DEL MONDO, DOVEVANO RIMANERE NEL MONDO IN ATTESA DEL COMPIMENTO DELLA MISSIONE DI CRISTO? LO SAPREMO DA QUI A NON MOLTO TEMPO PERCHÈ SARÀ DATO A TUTTI GLI UOMINI DELLA TERRA RIASCOLTARE LA VOCE DEL MAESTRO DEI MAESTRI GESÙ.
QUESTA VOLTA DIRÀ QUANTO UN TEMPO NON POTÈ DIRE PERCHÈ NON L’AVREBBERO CAPITO.
ALLORA SAPREMO LA VERITÀ, TUTTA LA VERITÀ SULLA REALE NATURA DI CRISTO, DI DIO E DEGLI ANGELI DI IERI EXTRATERRESTRI OGGI.

NE ABBIAMO PARLATO UN PO’.

UN AMICO DELL’UOMO
EUGENIO SIRAGUSA
Nicolosi, 20 marzo 1986


La Pazienza e l'Umiltà

"Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi" (Giovanni 15,9).
Il Maestro disse ai suoi diletti discepoli che non li avrebbe mandati a godimenti terreni, ma a battaglie durissime; non a onori ma a disprezzi; non a vita oziosa ma a fatiche; non al riposo ma a produrre frutti abbondanti con la pazienza.
La Pazienza e l'Umiltà sono le Vie Maestre che conducono verso la Fortezza Spirituale. Solo quando avrete raggiunto questa Radiosa Meta sentirete palpitare nei vostri cuori il palpito possente di Dio. Il coraggio che il Padre Glorioso vi concede è in perfetta sintonia con la Fede che possedete per il superamento delle debolezze che vi rendono incapaci e paurosi.
"Uomini di poca fede", uomini a cui manca la volontà di attirare su di se la Grazia del Signore. Uomini tiepidi, privi di forza, di quella forza che arde lo spirito e il cuore di ardente passione, come quella che ebbe il Maestro per poter percorrere la via trionfale della Divinità.
Se vi farete cogliere dal sonno, sarete perduti.
"Resta con noi, Signore, perché si fa sera" ma il Signore non restò; andò via affinché, da soli, superassero le difficoltà nascenti nel buio dei loro giorni e, con la Fede, rinascessero sicuri e fortificati nello Spirito, consapevoli della Verità che illumina l'Eternità e l'Immortalità.
La vostra tiepidezza nasce dalla paura di non essere sorretti, tutelati sollevati dalle difficoltà che la vostra pallida fede non riesce a togliervi.
Per questo motivo rimarrete nel buio dei vostri giorni perché possiate rigenerarvi di Fede, di coraggio e fortificati nello Spirito.
Pace.

Il Consolatore
Nicolosi, 22 Dicembre 1976
ore 12,15


                                                            

                                                Il Testimone, Il Discepolo, Il Messaggero.
                                                Il  Testimone di questo tempo Apocalittico e del Padre                                 
                                                Glorioso entrambi Assetati di Giustizia  

                                                Filippo Bongiovanni                                                                         








No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada