sábado, 30 de marzo de 2013

Santa Pasqua 2013

Il contenuto di queste perle di conoscenza, ricche di alto sentimento spirituale, le facciamo nostre!
Con il più grande augurio, che altrettanto voi possiate sentirle nella profondità dei vostri spiriti, e in eterno albergare nei vostri cuori...
UNA SANTA PASQUA IN PACE E SERENITA' PER TUTTI
IL Testimone dell'Eterno Presente
filippo bongiovanni



SANTA PASQUA 1986

MAESTRO MIO,
NON CHIEDO LA VITA PER VIVERE IL RESTO DEI MIEI GIORNI NEL MONDO, MA PER VIVERE I TUOI GIORNI, IL TUO GLORIOSO RITORNO, LA TUA PROMESSA RIVISITA A COLORO CHE MAI SI SONO SENTITI ORFANI.
VORREI POTER SCAVARE LA ROCCIA CON LE MANI PER FARTI FELICE. HO ARATO COME MEGLIO HO POTUTO E SECONDO I TUOI DESIDERATI, MAESTRO MIO AMABILE.
LE UMANE DEBOLEZZE LE HO FRENATE CON LA FORTEZZA DEL MIO SPIRITO, ANCHE SE QUALCHE VOLTA MI HANNO TENTATO, MA MAI VINTO.
SONO STANCO, MAESTRO MIO, E TU LO SAI, IL MALIGNO NON CESSA UN SOLO ISTANTE DI CIRCUIRE QUANTI NON FANNO PARTE DEL SUO OVILE. MOLTI SI PERDONO, ALTRI SI RISVEGLIANO DAL SONNO DELLE ILLUSIONI E PRENDONO LA LORO CROCE PER SEGUIRTI, PER RIMANERE VICINI AL TUO RADIOSO, ETERNO AMORE.
TUTTO È DECADENTE IN QUESTO MONDO ED OGNI GIORNO CHE PASSA, IL BUIO DIVIENE SEMPRE PIÙ FITTO NEI CUORI E NEGLI SPIRITI DEGLI UOMINI.
VIENI, VIENI, MAESTRO MIO, PERCHÉ SI FA SERA!
DESIDERO VIVERE IL TUO RITORNO E LA FELICITÀ DI TUTTI COLORO CHE TI HANNO ASPETTATO CON CORAGGIO E CON FEDE. DOPO DI CHE, MAESTRO MIO, BACERÒ I TUOI PIEDI E LE TUE MANI E SARAI TU A DIRMI COME DOVRÒ CONTINUARE A SERVIRTI, MIO MAESTRO E MIO SIGNORE.

Nicolosi, 18 marzo 1986
Eugenio Siragusa

Santa Pasqua 2013


Lui risponde così ad Eugenio:
DAL CIELO ALLA TERRA

ABBIATE CURA DI VOI!
LA PADRONANZA DEL MALIGNO PRENDE SEMPRE PIÙ SPAZIO NEL CUORE, NELLA MENTE E NELLO SPIRITO DEGLI UOMINI CHE PIÙ SI PREDISPONGONO A SERVIRLO.
ABBIATE CURA DELLE VOSTRE ANIME AFFINCHÈ NON TROVI APPIGLIO PER FERIRVI, PER TRAINARVI NELL’ODIO, NELLA SUPERBIA E IN QUANT’ALTRO AMMORBA LA PACE CHE È IN VOI E LA LUCE CHE VI È STATA DONATA PER ESSERE FECONDATORI DI CELESTI VIRTÙ. 
VI RACCOMANDO SEMPRE DI ESSERE PURI COME LE COLOMBE E ASTUTI COME I SERPENTI. IL PRINCIPE DI QUESTO MONDO HA MESSO IN CAMPO TUTTI I SUOI GUERRIERI DEL MALE E DELLA PERDIZIONE, AL FINE DIFAR SOCCOMBERE NEI DELIRI PIÙ SFRENATI COLORO CHE SONO STATI VISITATI DAL SANTO SPIRITO, COLORO CHE SONO STATI CHIAMATI AD EREDITARE IL REGNO PROMESSO DAL PADRE GLORIOSO.
ABBIATE CURA DI VOI AFFINCHÈ NON UN SOLO CAPELLO VOSTRO POSSA PERIRE. GLI ANGELI DEL REGNO DELLA LUCE VI SONO VICINI PER AIUTARVI E CONSOLARVI. ABBIATE CURA DI VOI.
DAL CIELO ALLA TERRA
Nicolosi, 19 marzo 1986
Ore 16:00
Eugenio Siragusa

SULLA COMUNIONE

HO SCRITTO IL 23 MARZO 1986:
LA COMUNIONE CON GESÙ-CRISTO VUOL SIGNIFICARE ESSERE UNA SOLA COSA CON LUI, MA VUOLE DIRE DI PIÙ: “AMARE COME LUI HA AMATO E SERVIRE COME LUI HA SERVITO”.
LA COMUNIONE È VALIDA SE SI ACQUISISCONO LE VIRTÙ TRASCENDENTALI DELLO SPIRITO E LA COMPLETA DOMINAZIONE DELLE DEBOLEZZE DELLA CARNE E DEI SENTIMENTI PERVERSI.
LA COMUNIONE È SOLO UN RITO SENZA FRUTTO SE NON SI REALIZZANO RAVVEDIMENTO E PENTIMENTO E SE VIENE MENO L’IDEALE PREDISPOSIZIONE INTERIORE DELLA CARITÀ E DELLA COMPRENSIONE VERSO IL PROSSIMO SUO.
LA GIOIA E LA FELICITÀ DI STARE INSIEME GLI UNI CON GLI ALTRI E DI CONDIVIDERE LETIZIE ED AFFANNI, CON LO SPIRITO E LA MENTE RIVOLTI AL MUTUO SOCCORSO E ALLA FRATERNA COMPRENSIONE, È “COMUNIONE BENEDETTA, È LA REALE SINTESI DELL’ARMONIA DI DIO E DI TUTTO IL CREATO”.
UN AMICO DELL’UOMO
Eugenio Siragusa

Gesù Cosmico



No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada